Maria De Filippi, la regina della tv e di Mediaset, sarà al fianco di Carlo Conti sul palco del Festival di Sanremo 2017 per il più importante evento della Rai. L’ufficialità in conferenza stampa.

Una conferenza stampa in streaming sul sito della Rai per dare alla rete la notizia più attesa su Sanremo 2017: dopo lo scoop delle polemiche di “Chi” ora anche la rete pubblica ha ufficializzato l’arrivo di Maria De Filippi. La regina della tv e volto più importante di Mediaset sarà al fianco di Carlo Conti sul palco del Teatro Ariston e la notizia sta mandando letteralmente in tilt la trend topic. Questo Sanremo tra superospiti, su tutti Tiziano Ferro, e Maria De Filippi rischia di essere il più visto della storia.

schermata-2017-01-11-alle-12-11-30

 

Simpatico siparietto con Maria che non arriva e sembra che sia sparita e non arriva “Ci ha ripensato in ascensore”, tra le risate generali di tutti i presenti. Ma alla fine eccola, la regina della Tv arriva. Carlo Conti la presenta così:

“Dopo l’edizione dell’anno scorso con Rocia Munoz e lo straordinario successo ho pensato che dovevo chiudere al top. Pensando al Top ho pensato Maria che è il massimo della tv, poi cancelli l’idea festival fino a giugno luglio e li ci siamo presi un caffè insieme. Ad Agosto abbiamo cercato di concretizzarsi. E stato difficile trovare un punto d’incontro e abbiamo fatto il patto di Follonica, mi piace molto scherzare e l’ironia è fondamentale. La cosa certa è che sono onorato che Maria abbia detto si a questa co conduzione. Poi ho cominciato a pensare alle canzoni  che sono al centro del festival. L’ho dimostrato nel corso degli anni portando 22 cantanti in gara e i giovani in testa”.

schermata-2017-01-11-alle-12-12-09

Ecco invece le parole della regina Maria De Filippi sul suo sbarco in Rai per il Festival di Sanremo 2017:

“Io sono venuta qui perché immagino che avrete passato notti insonni per sapere se c’ero o non c’ero. Siamo qui e vi spiego perché ci sono. Ringrazio Mediaset e PierSilvio per la libertà che ho da anni per fare quello che voglio fare. Ho accettato la proposta di Carlo perché ho grande stima di lui, la mia è una partecipazione vera e propria con tutta me stessa, la mia stima e empatia verso di lui. Vengo a partecipare a questo Festival, lui è il direttore artistico del Festival e non  ho preso parte a nessuna decisione. Non ho sentito le canzoni né arrivate né selezionate, penso che sia il Festival della Rai e di Carlo. Non avrei accettato se non avessi avuto stima del suo lavoro, credo di avere dei punti in comune con lui sul modo di pensare il nostro lavoro dove non si va alla ricerca di nessuno scandalo ma in un festival con al centro la canzone. Ho scelto di partecipare per questo”.

È la prima volta che avremo un festival senza valletta? La co conduzione sarà solo con Maria?Altri ospiti?

Carlo Conti: “Per ora sono questi, spero che porteremo star hollywoodiane. Ci sarà anche lo spazio Tutti cantano Sanremo. Bastiamo io e Marina alla conduzione, poi con quello che c’è costato non abbiamo più una lira (risate ndr). Maria partecipa al Festival di Sanremo a puro titolo gratuito senza prendere un euro, bastiamo io e lei. Probabilmente non ci saranno le vallette ma avremo qualche attrice o modella in più. Dobbiamo metterci d’accordo con Maria sulle parole perché io ne dico di più”.

Maria De Filippi: “Magari avremo i valletti”.

Cosa hai pensato Maria quando ti ha chiamato Carlo? Ti sei consultata con Maurizio e Piersilvio come ha reagito?

Maria De Filippi: “Eravamo al telefono non so cosa ha stappato Piersilvio. Lui è molto sereno con il rapporto con me, quando gli ho detto che mi sarebbe piaciuto ha risposto di fare come avrei voluto. Mediaset non ha alcun problema al riguardo, poi si capisce da anni questo. Non è la prima volta poi che abbiamo un evento con un uomo di Mediaset in Rai. Ogni anno c’era questa cosa di me a Sanremo e mi è preso un colpo perché questa volta c’era davvero. Una volta con Paolo sono venuta per una serata, ma quando me lo ha detto mi è preso un colpo. Mi sono consultata con Maurizio, ci mancherebbe e c’era anche lui quando mi sono vista con Giancarlo questa estate.

“Abbiamo parlato, parlato e  a un certo punto ho detto si. Sono abituata a curare nei dettagli un programma, mi dovevo affidare completamente ad altri ma credo sia stato giusto affidarsi a lui. Mi sono chiesta se avessi avuto fiducia e mi sono risposta di si. Mi sono fidata di lui e ho fatto bene e lo rifarei. Non avrei scelto di partecipare ad un programma se avessi pensato che la persona che si era occupata del contenuto non avesse fatto un buon lavoro. Senza la fiducia non ci sarebbe stata la condivisione”.

Quando parlerai dei contenuti con Maria Carlo? Crozza viene?

Carlo Conti”Il giorno prima del festival il 6 (risate ndr). Va beh dai il 5, Crozza magari venisse con Benigni, Pieraccioni e Zalone. Sono tutte suggestioni magari alcune in fasi avanzate di trattativa. Dico magari con 70 punti esclamativi”.

La presenza di Maria cambia qualcosa per il tuo Festival Carlo?

Carlo Conti: “Quando dico che dopo le 22 canzoni inizia la discesa. Le canzoni sono la bistecca e poi c’è il contorno. Il 7 c’è la Fiorentina, l’8 il compleanno del mio figliolo. Quest’anno finalmente vorrei stare meno in scena”

Maria De Filippi: “Ti ringrazio tantissimo, ma mi sembra una percezione esagerata la mia presenza qui. Io farò tutto quello che fanno le persone che hanno fatto Sanremo”.

Lo spot con i conigli che ha suscitato tante polemiche tra gli animalisti?

Carlo Conti: “Nel mio mestiere fai le cose che ti vengono in  mente, non pensi a cosa ci possa essere dietro. Abbiamo immaginato delle situazioni surreali con le mamme che coinvolgono i bambini con “Non ho l’età”, la seconda è “Terra Promessa” con gli Alieni e alla fine la fattoria. Non c’è alcun retro obiettivo. Anche questo qui delle mamme mi sembrava una cosa dolce e delicata”.

Come ti comporterai visto che a Sanremo ci sono dei tuoi ragazzi di Amici?

Maria De Filippi: “The Voice, X Factor e Amici sono delle realtà. Non so chi dovrà presentarli i ragazzi se io o Carlo ma come tutti gli altri, quindi non sono preoccupata”.

Si dice che questo palco non sia come gli altri e se hai ricordi di Sanremo?

Maria De Filippi:” Mi hanno dato emozione quando sono arrivata e c’era tutta la Rai, a Mediaset è diverso c’è la sbarra fai cenno e passi. Ho guardato la coreografia e mi hanno detto che non c’è mai il corrimano. Potrebbe anche essere il contrario che io sto sotto e Carlo scende (risate ndr). Ho ricordi con la Liguria mamma e papà si sono conosciuti qui, da piccola guardavo Sanremo e tifavo Celentano”.

Ci aspettiamo degli omaggi agli artisti scomparsi nel 2016?

Carlo Conti: “Nel 2016 potremmo aggiungere tanti nomi anche se guardiamo all’estero. Faremo dei ricordi, forse non tutti esagerati. L’anno scorso abbiamo fatto l’inizio creando la sigla sulle note di Starman che era morto David Bowie. Avremo qualcosa per Califano. Ho voluto evitare che nelle cover non ci fossero ricordi di Tenco per regola, se volete poi vi do l’elenco delle cover”. 

Quanta incoscienza c’è rispetto al 2009 nel salire su un palco senza rete dato che non hai scritto e controllato, sicuramente Carlo Conti è più rassicurante di Bonolis ma non ti senti incosciente?

Maria De Filippi: “Chi fa il mio mestiere si deve prendere anche questi salti nel buio, soprattutto se ti chiamano a fare una cosa così bella. Penso che la mia presenza non cambi nulla al Festival, cambia qualcosa a me perché faccio qualcosa che forse non rifarò mai nella vita. Credo che con gli ascolti che ha il Festival non abbia bisogno di qualcuno di Mediaset per incrementare, ha tenuto delle medie che forse ha solo la Nazionale. Chiudersi in casa per paura è stupido, la farò e se il giorno dopo mi direte ho fatto schifo risponderò che ho fatto ciò che volevo fare”.

Come vestirai Maria? Hai già un’idea?

Maria De Filippi: “Mi vestirà Riccardo Tisci che è un’eccellenza italiana. Un’eccellenza uscita per poter fare quello che voleva fare ed è un gran peccato, un uomo intelligente che viene da un’umile famiglia pugliese. Si è trasferito all’estero per 17 anni ed ha vissuto grazie a borse di studio”.


Thomas Cardinali

Giornalista pubblicista appassionato di cinema, serie tv e sport. Dopo aver gestito un blog e aver collaborato con testate nazionali (Romanews.eu, Blogdicultura, FilmUp) ed internazionali (melty.it) ho deciso di dedicarmi al nuovo progetto di Talky per un network indirizzato al pubblico under 30.

View all posts