Anche in UK, come successo poco tempo fa in Italia per i Coldplay, scoppia lo scandalo del secondary ticketing: stavolta a farne le spese è Robbie Williams.

Anche nel Regno Unito è scandalo secondary ticketing. Stavolta a farne le spese soni i fan di Robbie Williams, la cui società di management (IEMusic) ha immesso direttamente su  GetMeIn e Seatwave –  siti di rivendita – i biglietti per il suo tour 2017.

Robbie williams tour secondary ticketing

Talvolta, il prezzo è stato rialzato anche di  £65: se su TicketMaster un biglietto per Manchester, 2 giugno, seduto primo livello costava  £95, su GetMeIn il prezzo, stessa tappa e stesso settore, è salito a  £160.

L’accaduto è ancora più clamoroso se si pensa che solamente nel 2015, la stessa IEMusic aveva firmato una petizione schierandosi esplicitamente contro il bagarinaggio e la rivendita su siti di secondary ticketing.

Questo l’invito di Andy Inglis:

Credo che gli artisti dovrebbero rispondere ai propri fans e prendersi le proprie responsabilità. Ma è anche vero che più un artista è grande e più è distante dai fans. Quindi penso sia più facile mettere da parte la propria etica e incaricare altri ”

Ringraziamo Diario italiano di Robbie Williams per le informazioni.


Marina Meloni

23 anni, Sardegna, studentessa di lingue e letterature straniere.
Appassionata di musica, retorica, serie TV, lingue.

View all posts

Seguici sui Social

Top Charts

  1. Shape Of You
    Ed Sheeran
  2. Bad And Boujee
    Migos Featuring Lil Uzi Vert
  3. I Don't Wanna Live Forever (Fifty Shades Darker)
    Zayn / Taylor Swift
  4. Million Reasons
    Lady Gaga
  5. Bad Things
    Machine Gun Kelly x Camila Cabello