Moneta rara: questa moneta da 1 centesimo vale oltre 2.500 euro

36
€0.01 1 centesimo sbagliato centesimi

Sono passati quasi 20 anni da quando l’euro è entrato nelle nostre vite, facendo scomparire l’antica e preziosa lira.

Ma se è chiaro a tutti coloro che le custodiscono che qualche lira antica può essere preziosa, non c’è bisogno di andare così indietro nel tempo per trovare monete rare e di valore.

Anche gli euro, pur essendo monete più recenti, non valgono meno della lira, e alcuni di questi esemplari, non solo pezzi realizzati per il collezionismo odierno, valgono una fortuna.

Come tutte le monete di pregio, anche l’Euro ha un aumento di prezzo per la sua rarità, e in questo caso le stime vengono rialzate anche in base allo stato di conservazione dell’esemplare, con solo il cosiddetto Fior di conio che raggiunge il massimo.

Ad esempio, potresti facilmente avere 2 euro nel tuo portafoglio, che ora vale migliaia di euro. Per non parlare dell’1 centesimo per la Mole Antonelliana da 2.500 euro.

Vediamo quindi quali sono gli euro più preziosi e come imparare a riconoscerli.

1 centesimo alla Mole Antonelliana

Partiamo dalle monete di taglio più piccolo, il centesimo di euro, la più notevole delle quali è una moneta fior di conio del valore di 2.500 euro.

Questo si chiama 1 cent con la Mole Antonelliana. È una moneta da 1 centesimo che di solito raffigura Castel del Monte. Solo che su questo esemplare non c’è la Mole Antonelliana che rappresenti Castel del Monte, ma un’immagine che appartiene a 2 centesimi.

Questo è stato un errore di conio perché la zecca ha stampato accidentalmente l’immagine di 2 centesimi sulle monete da 1 centesimo, che ora si sono rivelate rare e preziose. D’altra parte, sono anche facili da identificare.

1 centesimo di euro unilaterale

Protagonista è ancora 1 centesimo di euro, ancora un errore di conio commesso dalla zecca nazionale, situazione che di solito porta sempre ad un aumento del prezzo della moneta.

Un altro esempio di valore ragionevole è il cosiddetto 1 centesimo unilaterale, una moneta che, letteralmente, presenta su un lato una superficie completamente liscia, cioè nessuna immagine viene impressa su di essa. Anche in questo caso sono facilmente riconoscibili, e il valore si riferisce ad un’ottima moneta fior di conio, se non è alta come la precedente, comunque più di 500 euro.

10 centesimi di euro del 2002

Diamo un’occhiata alla moneta da 10 Cent, in questo caso l’aumento di valore della moneta che stiamo per descrivere è un errore di conio commesso dalla zecca nazionale. Una zecca del 2002 di circa 10 centesimi dall’Italia riporta l’errore che la data è orientata in modo diverso dall’immagine classica, ovvero ruotata di circa 180 gradi.  I 20 centesimi del 2000 sono stati coniati di nuovo, questa volta hanno influito sui 20 centesimi coniati in Italia nel 2000, la zecca ha sbagliato data perché sono stati emessi nel 2000. Sono datati 1999. Sinceramente, dopo essersi accorta dell’errore, la Zecca ha ritirato dalla circolazione la moneta in questione, inutilizzabile e di difficile stima perché il cambio avveniva in segreto.