Il valore dell’oro non ha mai raggiunto questi livelli: ecco i dati

28
oro previsioni oro usato valore oro

I commercianti di materie prime generalmente credono che la Federal Reserve e altre banche centrali controllino il prezzo dell’oro sul mercato. Alcuni analisti ritengono che la Fed possa portare l’oro ovunque voglia, anche a zero dollari l’oncia.
Ma la verità è che anche se le banche centrali svolgono un ruolo nel mercato dell’oro, di certo non possono spingere i prezzi dove vogliono. Questo è sbagliato e i dati seguenti spiegano il motivo.

Per capire come il mercato determina il prezzo dell’oro, è prima necessario abbandonare l’economia della domanda e dell’offerta. Sebbene le forze della domanda e dell’offerta siano ciò che guida i prezzi a breve termine, non possono influenzare i prezzi a lungo termine.

I prezzi dell’oro seguono quelli del petrolio questi due movimenti di prezzo non sono gli stessi, ma il parallelo è più ovvio. Quindi, quando i prezzi del petrolio sono aumentati negli anni ’70, anche l’oro è aumentato, la stessa cosa che è accaduta negli anni 2000.

Lo stesso vale per il prezzo dell’argento.

Chi controlla davvero il prezzo dell’oro?

Se il prezzo dell’oro segue il prezzo del petrolio, chi controlla davvero il prezzo di mercato dell’oro? Sì, la Fed e le banche centrali intervengono sul mercato, ma possono solo controllare il movimento rialzista dei prezzi.

Prezzo dell’oro: livelli attesi nel 2022

Secondo le previsioni, l’oro potrebbe perdere il 16% del suo valore attuale nel 2022, quindi i rendimenti sarebbero compresi tra $ 1.500 e $ 1.550 l’oncia. Il sentimento ribassista del mercato è derivato da una performance deludente a novembre: i futures sull’oro sono stati scambiati al di sotto di $ 1.800 e la ripresa delle ultime settimane non è stata considerata sufficiente per sostenere il metallo a medio termine. UBS ha affermato di ritenere che il valore di un’oncia d’oro non avrebbe superato i $ 1.650 l’oncia entro dicembre 2022, ma non ha influito sulla possibilità di rivedere tali previsioni durante l’anno. Secondo ulteriori previsioni, l’oro potrebbe continuare a scendere anche nel primo trimestre del 2023. Il price target all’oncia atteso si aggirerebbe attorno ai $1.450, ma non si esclude una flessione in grado di portare il valore della materia prima attorno ai $1.300.

Cosa potrebbe frenare l’oro nel 2022?

L’ostacolo principale per l’oro il prossimo anno è la politica monetaria della Federal Reserve e di altre banche centrali, che sembrano tendere a frenare l’inflazione attraverso la manipolazione dei tassi di interesse. Come ha affermato il presidente della Federal Reserve Jerome H. Powell, i tassi di interesse statunitensi triplicheranno nel 2022, a seconda del livello degli aumenti dei prezzi. Per ora, la Fed non ha rinunciato alle sue opzioni, anche se la ripresa economica degli Stati Uniti dovrebbe rallentare nei prossimi mesi. L’intervento della Fed farà aumentare nel tempo i rendimenti obbligazionari e il dollaro USA e questi fattori influenzeranno negativamente il prezzo del metallo prezioso.