Attenzione quando fai bonifici online: ecco cosa si rischia

    41
    bonifico segnalato

    Oggi molti di noi si affidano alla consegna a domicilio e scelgono di fare acquisti su Internet, motivo per cui è importante imparare a identificare potenziali truffe online progettate per indurci con l’inganno a divulgare i nostri dati personali. Questo articolo ti aiuterà a capire come proteggerti online e stare all’erta durante la navigazione sul Web, in particolare sui social media e sui servizi di messaggistica istantanea.

    Che cos’è la frode su Internet?

    La prima domanda da porsi è: cos’è una truffa online? Il termine si riferisce a reati commessi online tramite siti Web e app per smartphone. In generale, è molto più facile per i criminali informatici ingannare i navigatori del web che cercare di ingannare i navigatori attraverso l’interazione faccia a faccia. Non c’è niente da fare, le frodi online sono un business enorme: secondo un rapporto della Banca Centrale Europea (Bce), le transazioni fraudolente ammontano a 1,8 miliardi di euro all’anno!

    Truffe su Internet più comuni

    Conoscere le più comuni tecniche di truffa online può darti un’idea di se sei davvero vittima di un tentativo di truffa e identificare i tentativi di truffa. Sebbene esistano molti tipi di truffe online, di seguito abbiamo raggruppato le più comuni.

    Truffe relative allo shopping online

    Nel 2018 la spesa per l’e-commerce in Italia ha raggiunto i 41,5 miliardi di euro. Una così grande somma di denaro non può che essere avida agli occhi dei criminali informatici. Per questo una delle tecniche più utilizzate di quest’ultime è la truffa associata agli acquisti online. Questi possono assumere la forma di interi siti Web fraudolenti o all’interno di siti Web con annunci pubblicitari legittimi come eBay, Facebook o Instagram. Entrambe le tecniche possono ingannarti e farti acquistare oggetti che potrebbero non esistere: i siti Web fraudolenti creati appositamente per questo scopo sono in realtà progettati per sembrare un vero business, inclusi articoli da cercare, carrelli della spesa e pagamenti. Una bandiera rossa che può aiutarti a identificare un sito Web fraudolento è un segnale di avviso nella barra degli URL che indica che il sito Web “non è sicuro”. Ciò si verifica quando il proprietario del sito Web non ha acquistato un certificato SSL, indicando che la connessione tra il sito Web e l’utente finale è vulnerabile agli attacchi informatici. I proprietari di siti Web legittimi conoscono l’importanza di proteggere i dati dei clienti. Pertanto, prima di effettuare un acquisto online, verifica sempre che il sito web che stai utilizzando sia contrassegnato come “sicuro”.

    Truffa di pagamento anticipato

    Questa è una delle truffe più antiche del mondo. I destinatari ricevono un’e-mail in cui si chiede aiuto per trasferire milioni di euro, sterline o dollari dopo aver raccontato alle potenziali vittime come i loro fondi sono stati bloccati a causa di complesse questioni legali come la guerra civile, le restrizioni imposte dal governo e altro ancora. Spesso i truffatori si atteggiano a funzionari di alto rango e offrono ingenti somme di denaro a chiunque possa aiutarli. Per fortuna, questo tipo di truffa è abbastanza prevedibile e dovrebbe essere altrettanto facile da individuare. In questi casi, è molto importante stare attenti ai cattivi che cercano di rubare i tuoi soldi attraverso chiamate di aiuto fittizie e improbabili.

    Truffe in stile “diventa ricco subito”

    Le truffe online che offrono enormi quantità di ricchezza istantanea sono numerose e spesso sotto forma di offerte di lavoro ben pagate che richiedono poco sforzo. I criminali pubblicano falsi annunci di lavoro nel tentativo di attirare chiunque abbia un disperato bisogno di un lavoro. Per ottenere un nuovo lavoro ben retribuito, le vittime trapelano i loro dati personali, il che alla fine porta al furto di denaro e persino di identità. Mentre in passato queste truffe erano più facili da identificare (ottieni annunci da $ 1.000 al giorno facendo clic qui, lavoro da casa, nessuna esperienza richiesta!), i criminali ora utilizzano tecniche sempre più sofisticate. Ad esempio, LinkedIn è stato preso di mira dai criminali informatici che inviano messaggi con false offerte di lavoro alle persone direttamente coinvolte.