Bonus benzina, ecco cos’è e come funziona: la guida completa

    68

    Entro il 2022, il valore dei buoni benzina (fino a 200 euro per lavoratore) che le aziende private vendono gratuitamente ai dipendenti non concorre alla formazione del reddito. Cioè, saranno esenti da imposta. Non ci sono requisiti o limiti di reddito per ricevere questo beneficio. Finora l’unico limite previsto dalla legge è che il provvedimento si applichi ai dipendenti di aziende private. È stato previsto che le aziende possano contribuire fino a 258,23 euro all’anno per i cosiddetti “fringe benefit”: buoni, buoni carburante o buoni spesa. Durante la pandemia nel 2020 e nel 2021, l’importo è raddoppiato a 516,46 euro come misura di sostegno economico.
    No, spetta all’azienda decidere se e in che misura viene fornito e assegnato ai dipendenti. Pertanto non è prevista alcuna applicazione.

    Il bonus benzina va richiesto?

    No, spetta all’azienda decidere se e in che misura viene fornito e assegnato ai dipendenti. Pertanto non è prevista alcuna applicazione. I prezzi di carburante, benzina e diesel sono tagliati di 25 centesimi fino alla fine di aprile tagliando le accise. Il costo della misura è coperto da una tassa del 10% sugli utili aggiuntivi dell’azienda energetica.

    Il bonus benzina 2022 è una delle misure speciali introdotte dal Decreto Energia 2022 in risposta all’aumento dei prezzi dei carburanti.

    Si tratta di un buono che può essere utilizzato per acquistare forniture fornite da aziende private gratuitamente ai propri dipendenti, fino a un limite di 200 euro per dipendente. Qual è il bonus gas nel 2022
    I bonus benzina sono buoni emessi da aziende private ai dipendenti per l’acquisto di carburante fino a 200 euro per dipendente. Introdotto dalla Sezione 2 del Decreto Energia 2022 con il nome “Bonus carburante per il personale” per sostenere i lavoratori coinvolti nell’attuale crisi energetica, esacerbata dalla guerra in Ucraina.

    A tal fine, il governo ha stanziato 9,9 milioni di euro per il 2022 e 900.000 euro per il 2023.ù

    Chi ottiene il bonus benzina nel 2022

    Il bonus benzina o carburante nel 2022 sono determinati da tutti i dipendenti delle aziende del settore privato, indipendentemente da ambiti specifici, per non parlare dei requisiti di reddito o di ISEE. L’unico pretesto è la scelta dell’azienda interessata, in quanto spetta al datore di lavoro decidere se pagare i buoni gas al dipendente. Il provvedimento riguarda solo i dipendenti del settore privato, pertanto nel bonus non sono inclusi i funzionari pubblici, i lavoratori autonomi e le partite IVA.
    Nel 2022 il bonus benzina può arrivare fino a 200 euro per lavoratore. Si noti, tuttavia, che l’azienda può riconoscere un solo bonus per lavoratore idoneo, e l’importo erogato non è favorevole alla formazione del reddito di quest’ultimo.