Canone Rai, chi può richiedere l’esonero? Ecco tutti i casi

    20
    canone-rai

    Croce (parecchia) e delizia (ben poca, per i cittadini), il Canone Rai si appresta ad andare incontro ad un nuovo, denso cambiamento che riguarderà la stragrande maggioranza dei cittadini italiani. Questo perchè la tassa televisiva vedrà la propria struttura mutare nuovamente: dal 2016 infatti, per decisione del governo Renzi, è stata accorpata alla fatturazione dell’energia elettrica, mossa che ha contribuito ad aumentare le entrate (in precedenza solo il 3 % pagava regolarmente il canone, ad oggi almeno 1/3, a causa di questa “unione” lo salda regolarmente), ma non è in linea con gli standard europei che non prevedono questa strategia. A partire al 2023 la tassa televisiva ritornerà ad essere scorporata anche se non è stato ancora reso ufficiale alcuna notizia in merito alle novità. Chi può richiedere l’esonero?

    Canone Rai, chi può richiedere l’esonero? Ecco tutti i casi

    L’esonero, o meglio l’esenzione di pagamento dal Canone Rai rappresenta il modo “legale” per evitare di pagarlo. Attualmente si tratta di un pagamento annuo di 90 euro che viene “scalato” dalla bolletta telefonica in 10 rate da 9 euro l’una, da gennaio fino ad aprile. Non tutti possono fare domanda di esenzione, ma specifiche categorie di cittadini:

    • Anziani Over 75 titolari di reddito non superiore a 8.000 euro
    • Militari delle Forze Armate Italiane: ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze armate. Inoltre se un membro delle Forze Armate si trova in un appartamento privato situato all’interno di una struttura militare non è esonerato dal pagamento del canone
    • Rivenditori e negozi in cui vengono riparate TV.
    • Militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato
    • Agenti diplomatici e consolari: solo per quei Paesi per cui è previsto lo stesso trattamento per i diplomatici italiani
    • Chi non è munito di alcuna forma di apparecchio televisivo

    E’ possibile presentare richiesta compilando i moduli appositi presenti sul portale dell’Agenzia delle Entrate, ossia questo indirizzo. La richiesta di esenzione va presentata ogni anno e si basa sul reddito dell’anno precedente. Il documento va inviato attraverso con un plico raccomandato senza busta all’indirizzo Agenzia delle entrate – Ufficio Torino 1 – Sportello abbonamenti TV – Casella postale 22 – 10121 Torino. Deve essere allegato anche una fotocopia del documento di identità del richiedente.

    canone-rai