Bonus vacanze 2022: ecco a chi spetta e come richiederlo

    19
    bonus vacanze

    Quella che stiamo tutt’ora vivendo può definirsi a tutti gli effetti una vera “epoca dei bonus”, in particolare negli ultimi due anni i recenti governi hanno più volte optato per questa strategia per riorganizzare le risorse economiche nelle maniere più disparate: la saituazione legata al Covid ha infatti portato allo sviluppo di un grande numero di agevolazioni, concepite per i settori della popolazione più colpiti dalle difficoltà economiche. Questo trend è in realtà iniziato da prima dell’emergenza pandemica e prosegue tuttora: il Bonus Vacanze come tanti altri fa parte di una delle tipologie più chiacchierate degli ultimi tempi ma che è stata rivalutata e modificata dal governo attuale.

    Prima versione

    La prima forma di Bonus Vacanze infatti risale proprio al periodo 2020-2021: si trattava nella fattispecie di una forma di erogazione di bonus attraverso un buono voucher, utilizzabile per acquistare prenotazioni, biglietti e simili. E’ stato parte del Decreto Rilancio, tecnicamente era basato sul  numero di componenti del nucleo familiare, che determinava l’importo del buono stesso, che poteva arrivare fino a 500 euro. Il limite ISEE era di 40.000 euro.

    Bonus vacanze 2022: ecco a chi spetta e come richiederlo

    Il Bonus Vacanze è stato prorogato fino al 2021, ed è stato “spendibile” fino allo scorso 31 dicembre. Attualmente non è stato riproposto in via ufficiale nessuna misura dal governo Draghi che appare decisamente orientato ad altre priorità. E’ comunque possibile usufruire di un’agevolazione legata ai giovani under 36 che sono in possesso dela Carta Giovani Nazionale, sfruttabile attraverso il profilo della pubblica amministrazione (utilizzando l’app Io). Come specificato attraverso il portale ufficiale, questi sconti sono applicati in forma automatica semplicemente utilizzando la carta sull’app Io della pubblica amministrazione  AppIO, che una volta effettuata l’iscrizione e l’omologazione ad utilizzare la carta, fornisce stesso all’interno dell’app gli esercenti che aderiscono all’iniziativa.

    Di fatto non sono necessari speciali requisiti, se non l’età che deve essere minore di 36 anni.