La moneta che vale €40.000: ecco quale. “Pazzesco”

    48
    5 lire 1901

    C’è una moneta che vale fino a €40.000! Sembra pazzesco, ma il collezionismo numismatico ha anche queste piccole rarità. Monete che per la loro introvabilità e il loro valore probabilmente sarebbero degne di entrare a far parte della collezione di un museo.

    Si tratta forse più di un sogno che di una possibilità concreta, quella di possedere una di queste monete. Ciò non toglie che cercare nei ricordi di famiglia o nelle aste specializzate possa voler dire ritrovarsi con una fortuna tra le mani. Scopriamo insieme qual è questa moneta che in pratica vale quanto una casa.

    Ecco quale moneta vale €40.000

    La moneta di cui stiamo parlando è la 5 Lire del Regno d’Italia coniata nel 1901, della dimensione di 37 mm di diametro per 25 gr di peso. Coniata in argento 0.900, venne prodotta dalla zecca italiana di Roma in soli 114 esemplari. Già il numero della tiratura della moneta aiuta a comprendere il suo valore tanto elevato.

    Come testimoniano scritti e siti specializzati, le 5 lire 1901 furono moneta non emessa, una prova tecnica per verificare l’effetto dell’impressione del volto del nuovo monarca e dei simboli di casa Savoia su di una moneta di larghezza che sarà quella utilizzata poi per lo Scudo.

    Moneta dal destino ancora più beffardo perché i due esemplari originariamente contenuti nei Musei Italiani sono poi in seguito spariti in circostanze misteriose e con problematiche ricerche dei responsabili. La moneta ha vissuto una storia particolare: solo 114 esemplari si sono salvati – stando alle cronache del tempo – da una rifusione avvenuta per problemi politici e diplomatici legati all’emissione di quel conio.

    5 Lire 1901: descrizione e valore

    Sul primo verso della moneta c’è il profilo girato a sinistra del monarca Vittorio Emanuele III, attorniato dal suo nome, e con l’incisione del nome dell’autore della moneta, Speranza, sotto il suo collo. Il rovescio è invece contraddistinto dai simboli di casa Savoia, l’Aquila Sabauda e il nodo di casa Savoia. Compaiono poi la scritta Regno d’Italia, il valore nominale della moneta, l’anno di conio, il 1901 e infine il simbolo della zecca di Roma (R).

    Il suo valore di circa 40.000 €uro è attribuito alla moneta in stato di conservazione SPL (splendido). In realtà un esemplare in FdC, introvabile, si stima del valore tra i 60 ei 90 mila Euro. La moneta è talmente rara che anche un originale con parti non leggibili – che in genere vale pochi soldi – potrebbe fruttare 14 mila euro al suo possessore.

    Attenzione però alle repliche! La moneta è stato oggetto dei desiderata di collezionisti fin dalla sua conazione e si crede che in passato diverse personalità del mondo della politica italiana abbiano richiesto privatamente un conio dedicato alla Zecca, altra leggenda legata alle 5 Lire del 1901.

    5 lire 1901