Conto in banca: se superi questo limite rischi grosso. “Attenzione”

    19
    Bonus bollette

    Il Conto in Banca non è un semplice “strumento” avanzato per “mettere da parte le proprie finanze” ma qualcosa di molto più radicato e “profondo”, che risulta essere molto più diffuso rispetto a non troppi anni fa. Questa tendenza si è manifestata a causa principalmente di due ragioni, la sempre più costante presenza della tecnologia multimediale, come smartphones e computer, e la volontà da parte degli ultimi governi a “convertirsi” con sempre maggior frequenza alla moneta elettronica.

    Le offerte relative all’apertura dei conti correnti sono effettivamente parecchie, ed è anche aumentata la semplicità in fase di gestione. Ma quali sono i limiti relativi agli importi? Come qualsiasi altra forma di strumento analogo anche i conti correnti risultano essere soggetti a controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate, e più nello specifico, da parte dell’UIF, ossia l’organo adibito alla ricerca di transazioni che possano indicare attività di riciclaggio. In fase di prelievo non sussistono problemi veri e propri, in quanto il limite legato ai contanti risulta essere ancora difficile da superare per la maggior parte dei correntisti: si tratta di una soglia calcolata su base mensile pari a 10 mila euro, che scaturisce controlli antiriciclaggio solo se superata.

    Conto in banca: se superi questo limite rischi grosso. “Attenzione”

    Qualche piccola accortezza legata al contesto dei bonifici però è d’uopo: se all’interno dell’area SEPA i bonifici sono tenuti “sotto controllo” senza particolari problemi (di fatto non esistono limiti legati agli importi che si possono “spostare” attraverso i bonifici), bisogna prodigarsi a evidenziare qualsiasi tipo di bonifico in entrata, sopratutto se superiore ai 15 mila euro, se questo viene effettuato dai paesi extra Europei, quindi al di fuori della già citata Area Sepa. Se questo non avviene sono gli istituti di credito stessi a ravvisare l’importo che può essere considerato sospetto: sono previste multe anche molto salate fino a blocchi sul conto, qualora non si riesca a dimostrare l’origine di questi importi.