Quanto valgono le 10 lire con la spiga? La risposta sconvolge tutti

Sapere oggi quanto valgono le 10 lire con la spiga potrebbe cambiare la tua vita! La moneta era una delle più diffuse tanti anni fa in Italia. Come abbiamo già detto per la 10 Lire Aratrice, il taglio della moneta è uno dei più diffusi nella Storia d’Italia, anche se il suo valore nominale e il suo potere d’acquisto è cambiato – e molto – nel corso degli anni.

Le 10 Lire hanno infatti avuto corso legale fino al 2002, quando la Lira è stata ritirata definitivamente per lasciare spazio all’Euro. Ovviamente in quel momento la 10 Lire era già superata, perché i prezzi si arrotondavano alle centinaia oppure alle migliaia. Scopriamo nel dettaglio di quale moneta stiamo parlando ed il suo valore.

Le 10 Lire con la spiga: la moneta

La moneta è piccola, coniata in una lega chiamata Italma. La versione con la spiga venne emessa per la prima volta nel 1951. Presenta al dritto un aratro sovrastato dalla scritta “Repvbblica Italiana” e al di sotto ha il simbolo “R” della Zecca di Roma e l’anno di conio. Al rovescio è invece presente il caratteristico disegno delle due spighe di grano divergenti, una verso l’alto e l’altra verso destra, con l’indicazione del valore nominale 10. Pesa soltanto 1,6 grammi e il diametro è di 23,2 mm. La moneta è stata coniata dal 1951 al 2001, con una pausa dal 1956 al 1965: ne esistono quindi circa 40 versioni differenti che hanno valore molto diverso tra loro.

Quanto valgono le 10 Lire con la Spiga?

La 10 lire Spiga di maggior valore è sicuramente quella del 1954: in stato di conservazione Fior di Conio vale circa 110 Euro. Si tratta infatti della versione più ricercata e rara di questa moneta. Hanno un valore piuttosto interessante anche alcune altre versioni: la moneta del 1965 vale 35 Euro in Fior di Conio e ben 13 Euro per la versione BB. Quasi tutte le versioni degli anni ’50 possono arrivare a valere 30 Euro il pezzo se sono in FdC.

Altro caso particolare è rappresentato dalla moneta del 1991. In quell’anno venne emessa una tiratura che comprendeva degli esemplari con un caratteristico errore di conio. Le due spighe presenti nel rovescio erano infatti capovolte rispetto al disegno del dritto. Questa particolare moneta in FdC può valere fino a 70 Euro, mentre in versione SPL arriva a 20 Euro. Quasi tutte le altre versioni, invece, oscillano tra i pochi centesimi di Euro per le versioni circolate, e i pochi Euro per la versione in Fior di Conio.

10 lire spiga