Bonus matrimoni, al via le domande: ecco come richiederlo

    34
    bonus matrimonio 2022

    I bonus matrimoni sono una serie di benefici riservati da diverse amministrazioni sia alle coppie che alle aziende che lavorano nel settore del wedding. Dobbiamo subito precisare una cosa: il bonus matrimoni del governo, che è decisamente più corposo, è riservato soltanto alle aziende.

    Non è quindi possibile per le coppie rivolgersi al bonus governativo per avere il rimborso di una parte delle spese del giorno più importante delle loro vite. Tuttavia è possibile provare a rivolgersi ad altre amministrazioni che hanno deciso di perseguire la strada del bonus matrimoni per incoraggiare le giovani coppie a sposarsi.

    Bonus matrimoni governativo: come funziona

    Il bonus matrimoni governativo rinnovato per il 2022 è dedicato alle aziende che si occupano di eventi, matrimoni, wedding, intrattenimento e Ho.Re.Ca (acronimo di hotellerie-restaurant-catering). Il settore è chiaramente uno dei maggiormente penalizzati dalla pandemia e dalle restrizioni anti Covid19. Il bonus è costituito da contributi a fondo perduto per uno stanziamento di 60 milioni (40 al wedding, 10 all’intrattenimento e 10 all’HoReCa) all’interno del decreto Sostegni bis.

    Le aziende che possono richiederle sono quelle del settore (identificate dall’apposito codice ATECO 2007 del decreto attuativo) e che nel 2020 abbiano subìto riduzione del fatturato di almeno del 30% rispetto all’anno precedente, e quindi rispetto al 2019. Il periodo per la richiesta del bonus è abbastanza limitato: è iniziato il 9 giugno scorso e termina il 23 giugno prossimo. Le richieste si presentano all’Agenzia delle Entrate nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi”.

    Bonus matrimoni per gli sposi: l’esempio del Lazio

    La regione Lazio ha lanciato l’iniziativa “Nel Lazio con Amore” che consente alle coppi di ottenere un rimborso spese fino a 2.000 Euro per le spese collegate alla realizzazione del matrimonio. Il bonus è valido per le spese sostenute dal 14 dicembre 2021 fino a tutto il 2022. Lo stanziamento totale è di 10 milioni di Euro, ma ogni coppia può avere accesso ad una cifra massima di 2mila Euro. La richiesta del bonus va compilata entro il 31 gennaio 2023 da un membro della coppia allo sportello telematico dedicato, attivo dalle ore 10.00 del 28 febbraio 2022 alle ore 10.00 del 31 gennaio 2023, oppure fino ad esaurimento delle risorse economiche.

    Il bonus è rivolto a coppie italiane e straniere che si sposano sul territorio della Regione Lazio nell’anno 2022 (1 gennaio – 31 dicembre), posto che le spese di rimborso possono essere state effettuate a partire dal 14 dicembre 2021 e devono essere richieste entro 31 gennaio 2023. Con il contributo della Regione si può rimborsare quasi tutte le spese di matrimonio, dalle bomboniere al noleggio auto, dagli abiti ai fiori, dalle fedi alle partecipazioni, dal fotografo al Wedding Planner. Da precisare che invece c’è un tetto massimo di 700 Euro invece per il catering-ristorazione e il viaggio di nozze. Sono al massimo 5 le spese diverse che si possono opzionare dall’elenco completo. È necessario essere in possesso di scontrino o fattura e che i servizi non siano acquistati attraverso e-commerce.

    bonus matrimoni