Banconote dell’euro, è allerta: cosa sta succedendo? “Attenzione”

Sono passati esattamente due decadi, ossia vent’anni dall’adozione dell’euro che in maniera solo apparentemente “improvvisa” è diventato parte delle nostre vite, sostituendo la lira a partire dai primi mesi del 2002. La genesi della moneta unica è iniziata in realtà diversi anni prima, ma è divenuta effettiva proprio in questo specifico anno, per la maggior parte delle nazioni che hanno scelto di adottare l’euro.

Valuta che cambia

Anche se siamo portati a percepirla come una valuta “giovane”, anche in relazione a quanto è durata la lira ad esempio (circa due secoli) anche la valuta comunitaria appare in costante evoluzione, sia per adattarsi alle necessità pratiche che concettuali. Un continuo ricambio di banconote e monete “generazionale” è infatti utile anche per “mettere i bastoni tra le ruote” ai falsari, ma anche per favorire i livelli di sicurezza delle transazioni, anche a causa di una certa tendenza da  parte di criminali, evasori fiscali e quant’altro, di utilizzare il denaro “fisico” come metodo di pagamento standard approfittando dei tagli di banconote più importanti.

Banconote dell’euro, è allerta: cosa sta succedendo? “Attenzione”

Sopratutto per questo motivo la seconda serie delle banconote comunitarie, note come Europa, che hanno preso il posto delle banconote della prima serie a partire dal 2013, non hanno confermato il taglio da 500 euro, utilizzato sopratutto da personalità ed organizzazioni che utilizzano solitamente un grande numero di banconote.

Dal 2024, come annunciato dalla Banca Centrale Europea, inizieranno le procedure per lo sviluppo della terza serie delle banconote dell’euro, attraverso vari referendum e proposte da parte dei paesi utilizzatori. E’ molto probabile, secondo i rumors, che anche la banconota da 200 euro potrebbe subire la medesima sorte di quella da 500 euro, ossia venire “dismessa” nella produzione, pur restando valida al 100 %. Le novità tuttavia non si faranno attendere, e saranno molto probabilmente inerenti a migliorare il livello di sicurezza delle banconote, da sempre un problema.

banconote euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *