Bancomat, non si potranno più fare prelievi: ecco da quando

    41
    Bancomat truffe

    Tutti siamo “costretti” a fare ricorso al denaro, in praticamente qualsiasi condizione economica e sociale: il denaro “muove” il mondo, nel bene o nel male ed è anche la motivazione principale che ci spinge a lavorare e “metterci in gioco”. Trattandosi di qualcosa che viene condiviso da tutti, idealmente e concettualmente non sembra cambiare con il tempo, ma in realtà è esattamente il contrario: il denaro infatti viene adattato sia nella forma che nel valore ai contesti, ed anche metodologie diffuse come il Bancomat evidenzia questa tendenza a mutare. Proprio con questo termine sono definiti in modo generico la quasi totalità dei pagamenti ed operazioni che è possibile effettuare attraverso una carta di pagamento, e se fino a non troppo tempo fa rappresentava una tecnologia all’avanguardia, oggi viene “messa alla prova”.

    Meno Cash

    Una delle operazioni più diffuse ed associate al Bancomat è infatti il prelievo di contanti, che rappresenta nella quasi totalità dei casi la principale operazione, in quanto la consultazione del proprio patrimonio viene effettuata con sempre maggior frequenza in modo autonomo, attraverso il proprio smartphone e non attraverso gli ATM. Sia per questo motivo, ma anche e sopratutto per le sempre più stringenti limitazioni che sono applicate all’uso del contante, gli ATM in Italia stanno gradualmente sparendo, anche se in maniera molto graduale: rappresentano una realtà ancora molto importante ma non più così indispensabile per le banche, oramai costrettea “farsi i conti in tasca”, anche in vista dei nuovi istituti di credito che operano esclusivamentre online e possono offrire costi molto bassi o addirittura nulli.

    Bancomat, non si potranno più fare prelievi: ecco da quando

    Alcune banche come quelle del gruppo ING hanno già scelto, a partire dallo scorso anno, di dedicarsi esclusivamente ai servizi telematici, quindi ordinando la dismissione dei propri ATM, processo che in verità era già iniziato da tempo. Anche se questa tendenza sarà gradualmente condivisa da altre banche, bisognerà aspettare almeno un decennio per veder “sparire” gli ATM dal territorio nazionale.

    bancomat