Pensione, cosa cambierà nel 2023? Ecco tutte le proposte

    38
    pensione anticipata

    Il tema pensione è da sempre caldissimo, ed è direttamente correlato a numerose dinamiche e politiche che da sempre sono caratteristiche per un ordinamento come quello italiano, che deve “combattere” con alcune criticità di varia natura, non tutte collegate alle politiche intraprese. Del resto la componente lavorativa è sempre un tema di difficile risoluzione, che deve tra l’altro misurarsi con la componente anagrafica: l’Italia è un paese in forte decrescita e anche solo questo fattore complica tutto, perchè di fatto rende difficile uscire dal mondo del lavoro con una pensione quantomeno discreta. Il 2022 è stato definito un anno di transazione per la pensione, cosa accadrà nel 2023?

    Pensione, cosa cambierà nel 2023? Ecco tutte le proposte

    E’ in programma una riforma delle pensioni che dovrebbe portare diversi cambiamenti all’attuale sistema pensionistico, sopratutto in relazione ai metodi di pensionamento anticipati, vero nodo gordiano da sciogliere. Se la pensione anticipata “tradizionale” non dovrebbe essere condizionata e modificata, altre forme di pensionamento dovrebbero essere sostituite da altre, come ad esempio Quota 102, che è sostanzialmente una forma “modificata” di Quota 100. Si parla insistentemente di Quota 41 che è formalmente simile alla pensione anticipata tradizionale, visto che non richiede un’età anagrafica ma solo in base all’anzianità contributiva, pari per l’appunto a 41 anni. Potrebbero essere confermate altre forme di strumenti per andare in pensione prima dell’età pensionabile, che resterà di 67 anni anche nel 2023, come Opzione Donna e Ape Sociale, che attualmente sono utilizzabili ma non

    Tuttavia la riforma delle pensioni potrebbe non essere decisa per il 2023, e in questo caso l’esecutivo potrebbe optare di prorogare Quota 102 per un altro anno oppure sviluppare qualche forma di pensionamento costituito da una certa flessibilità in uscita a partire dai 63-64 anni in cambio del calcolo contributivo. Per ora si parla di ipotesi, ma è indubbio che il tema è particolarmente importante. Novità sono attese in merito probabilmente a partire dalla fine dell’estate.

    pensione anticipata