Se hai le 10 lire con la spiga sei ricco: ecco quanto valgono

    59
    10 lire spiga

    Se hai ancora le 10 lire con spiga potresti essere ricco. Questa monetina delle vecchie lire ha infatti assunto valore col passare del tempo, in modo molto elevato per alcuni suoi specifici esemplari rari. Il collezionismo numismatico si basa infatti principalmente su due fattori: la rarità delle monete e il loro stato di conservazione.

    Se quindi possiedi una 10 lire con la spiga di “quelle giuste” e in ottimo stato di conservazione, potresti ricavarne davvero una piccola fortuna in proporzione al valore nominale dell’oggetto. Ricordiamo che le lire vennero ritirate tra il 2001 e il 2002 con l’avvento dell’Euro. Ma le sue monete sono ancora parte importante del mercato numismatico. Scopriamo qualcosa in più sulla 10 Lire con la Spiga.

    10 Lire con la spiga: la moneta

    Per chi non le ricordasse, le 10 Lire con la spiga sono monete piccole e leggerissime. Prodotte in Italma, una lega metallica utilizzata per gran parte delle monete della Lira, pesano circa un grammo e mezzo per meno di 25 millimetri di diametro. Coniate per la prima volta nel 1951, presentano due spighe di grano divergenti (una verso l’alto, l’altra a destra) vicine al valore nominale rappresentato da un bel 10 leggermente sovraimpresso.

    L’altro lato della moneta è caratterizzato dall’aratro: si capisce come le monete del secondo dopoguerra fossero ispirate all’economia principalmente contadina della nostra nazione. Circondano l’aratro la scritta Repubblica Italiana e il millesimo dell’anno di conio. Sempre su questo lato troviamo l’altro monogramma identificativo della nostra nazione: la R della zecca di Roma che oggi vediamo anche sui nostri Euro. La 10 Lire con la Spiga è stata prodotta per ben mezzo secolo, fino al 2001, con tante versioni identiche tra loro per simboli e incisioni, ma che differiscono molto per valore, a causa di differenti motivazioni.

    10 Lire con la Spiga: quanto vale la tua?

    Cominciamo col dire che purtroppo esistono numerosissimi esemplari di 10 Lire con la Spiga che non valgono molto: i più comuni e conservati meno bene possono fruttare da pochi centesimi di Euro a pochi Euro, a seconda delle loro caratteristiche.

    Discorso molto diverso invece per alcuni esemplari specifici. Le 10 Lire con la spiga del 1954 sono molto probabilmente le più preziose di tutte. Una sola di queste monete in stato Fior di Conio, dicitura che esplica la versione equivalente per lucentezza e finitura al momento dell’emissione, vale ben 110 Euro. Avere un piccolo salvadanaio di queste monete oggi vorrebbe dire davvero essere ricchi.

    Molto interessante anche il valore della moneta del 1965 (35 euro FdC, 13 Euro BB). C’è da dire che in effetti quasi tutte queste 10 Lire coniate negli anni ’50 possono arrivare ad un valore minimo di 30 euro se in perfetto stato di conservazione. Impossibile tralasciare poi uno degli errori di conio più famosi della nostra storia numismatica! La 10 lire con la spiga del 1991 venne infatti coniata con gli assi rovesciati rispetto a quanto andava fatto. Questa moneta con le spighe “capovolte” vale fino a 70 Euro in FdC e fino a 20 Euro in stato di conservazione Splendido.

    10 lire spiga