Quanto valgono queste 10 Lire del 1947? La risposta è sconvolgente

    42
    10 lire 1947

    Vuoi sapere quanto valgono le 10 Lire del 1947? Parliamo di una delle monete più ambite del collezionismo numismatico italiano e la risposta può essere davvero sconvolgente. Hanno infatti un valore davvero elevato del quale parleremo in modo più dettagliato in questo piccolo approfondimento.

    Le 10 Lire sono una delle monete che ha attraversato quasi l’intero corso della storia d’Italia, dall’unificazione al ritiro della Lira con l’Euro, sono state sempre presenti. Chiaramente con un valore nominale proporzionato all’inflazione, che le ha relegate nel dimenticatoio più o meno tra gli anni ’80 e ’90 del XX secolo.

    Le prime versioni portavano il volto di Vittorio Emanuele II e III, ma dalla proclamazione della Repubblica Italiana i simboli sono cambiati, richiamando spesso la realtà contadina del nostro paese nel secondo dopoguerra. Scopriamo qualcosa in più sulla 10 Lire 1947 in questo articolo.

    10 lire del 1947: la moneta

    Le 10 Lire del 1947 rientrano in una serie di 10 Lire coniate tra il 1946 e il 1950, in seguito all’emissione del decreto C.P.S. n.298 del 6 settembre 1946, che autorizzò l’emissione delle monete da 1, 2, 5 e 10 lire. La moneta è nota come “Pegaso” oppure “Olivo” in ragione delle due incisioni principali che occupano il dritto e il verso. Dopo la produzione della versione di prova, non collezionabile, dal 1946 la zecca di Roma cominciò la produzione che terminò nel 1950: nel 1951 arriveranno le 10 Lire “Spiga” che andranno avanti fino al 2002.

    La moneta, coniata in Italma, lega metallica pensata appositamente per la produzione delle monete italiane, ha un diametro di 29 millimetri ed un peso di 3 grammi. Il lato con l’incisione del Pegaso porta anche la scritta “Repubblica Italiana” e il nome dell’autore dell’incisione, Romagnoli. Dall’altro lato è presente un ramoscello d’olivo, con il valore nominale della moneta, il monogramma della zecca romana, il millesimo di conio.

    Quanto valgono le 10 Lire del 1947?

    Le 10 Lire del 1947 hanno un valore particolarmente rilevante in ragione della loro rarità. Il conio di questo anno specifico vide prodotte, infatti, soltanto 12mila esemplari. Si tratta di un numero piccolissimo per delle monete. Nei tre anni successivi vennero coniate e immesse in circolazione più di 110 milioni di monete da 10 Lire. Questo fattore rarità determina un valore elevato di suo.

    Tale valore può essere fortemente influenzato dallo stato di conservazione di moneta. Maggiore è vicino allo stato di emissione (Fior di Conio, ndr) maggiore sarà il valore della moneta. Una 10 lire del 1947 in stato Fior di Conio può valere anche 4mila euro, e superare questa cifra nelle aste specializzate. Una moneta in condizioni SPL vale tra 1000 e 3000 euro, mentre un pezzo in buone condizioni vale tra i 1000 e i 1500 Euro. Ha valore decisamente rilevante anche la 10 Lire del 1946: ne furono coniate circa 101mila esemplari, e il loro valore parte da circa 235 Euro.

    10 lire 1947