Se trovi questi 2 euro rari sei ricco: ecco quali cercare. FOTO

    41
    2 euro garibaldi albero vaticano toro 2 euro con Dante 2 euro aquila

    L’euro ha necessitato di diversi anni per essere accettato sia “fisicamente” con regolarità ma anche strutturalmente per milioni di cittadini italiani: la valuta unica europea, attiva da esattamente 20 anni dall’applicazione fisica delle nuove monete e banconote, rappresenta sicuramente qualcosa di “assorbito” nel contesto sociale, ma inizialmente il “passaggio” da lira a euro è stato tutt’altro che tenue. Tuttavia alcune monete come quella da 1 e 2 euro hanno incontrato da subito i favori dei cittadini anche per l’aspetto familiare: la moneta da 2 euro in particolare essendo bimetallica ha ricordato a molti la 500 lire storica, ma anche dal punto di vista collezionistico è diventata rapidamente una emissione estremamente apprezzata.

    Questo anche grazie all’istituzione delle emissioni commemorative, ossia monete dalla tiratura limitata e dall’aspetto differente rispetto alle tradizionali monete da 2 euro coniate a partire dal 2004 (la prima 2 euro commemorativa è stata concepita dalla Grecia per commemorare i Giochi Olimpici tenuti in questo specifico anno, ad Atene). L’Italia, assieme alla Finlandia, è tutt’ora una delle nazioni che contribuisce attivamente allo sviluppo di queste monete, che ad oggi sono più di 400, non contando le emissioni tradizionali.

    Se trovi questi 2 euro rari sei ricco: ecco quali cercare. FOTO

    Tra le monete a 2 euro commemorative spiccano quelle delle micro nazioni e delle realtà separate ma che comunque fanno parte del tessuto europeo come il Principato di Monaco: proprio la prima emissione monegasca commemorativa risulta essere una delle più rare in assoluto: nel 2007 infatti in occasione del 25 anniversario dalla scomparsa di Grace Kelly, attrice statunitense divenuta tempo addietro la consorte di Ranieri III di Monaco, il piccolo principato ha sviluppato a tiratura limitatissima questa moneta, riconoscibile per il profilo della Principessa, venuta a mancare nel 1982 a seguito di un incidente stradale.

    L’esclusività e la rarità di questa emissione l’hanno resa un pezzo molto ambito: la valutazione media per una moneta è di 2500 euro ma alcuni esemplari sono stati venduti per cifre superiori a 12 mila euro durante alcune aste.

    2 euro