Conto in banca: attenzione a non superare questo limite

    25
    conto in banca Conto limite corrente

    Il concetto di denaro nel nostro paese resta culturalmente e praticamente legato a concetti oramai in fase di cambiamento come i contanti, che da svariati anni costituiscono qualcosa di “anacronistico” e che viene regolarmente limitato se non nella diffusione perlomeno nell’utilizzo. Il denaro liquido infatti non è affidabile e tracciabile come quello elettronico, costituito da bonifici, carte di credito, prepagate e bancomat. Del resto non è un caso che per favorire la trasparenza delle transazioni più cospicue si fa sempre ricorso al conto in banca, che costituisce una normalità per milioni di italiani, al netto di alcune forme di limite.

    E’ un diffuso strumento indispensabile per effettuare e ricevere svariate operazioni, come inviare e ricevere bonifici, custodire i propri risparmi, ma anche effettuare assegni, e gestire le proprie finanze. Il conto in banca è sempre più diffuso da quando  risulta essere gestibile in maniera autonoma, sopratutto con l’affermazione delle banche online, che spesso nascono nativamente senza alcun tipo di filiale fisica, condizione che ha permesso in molti casi di ridurre al minimo i costi ed aumentare il fattore convenienza.

    Ma tutte le banche che operano nel nostro paese devono per forza di cose sottostare ad alcune regolamentazioni e limiti.

    Conto in banca: attenzione a non superare questo limite

    Questi non si applicano in alcun modo sulla quantità di denaro che è possibile mantenere sul proprio conto, ma esistono altre forme di limiti, come ad esempio quelli legati al prelievo di contante. Se gli importi su base giornaliera sono regolamentati e limitati dalle stesse banche singolarmente, esiste un limite pari a 10 mila euro di importo prelevabile al mese: superata questa soglia a l’UIF, ossia l’unità antiriciclaggio che fa parte dell’Agenzia delle Entrate è tenuta ad “investigare” in merito alla natura di questi prelievi per scongiurare il pericolo di riciclaggio di denaro.

    Discorso diverso per gli imprenditori che sono tenuti per motivazioni legate alla contabilità, di segnalare ogni forma di prelievo che supera il limite di 1.000 euro giornalieri o comunque di 5.000 euro mensili.

    conto in banca Conto limite