Allerta PostePay, il conto viene svuotato: attenzione ecco come

    25
    postepay novità

    Da qualche tempo è scoppiata l’allerta PostePay a causa di attacchi informatici o richieste fraudolente di pagamenti. Come proteggersi? Il problema non è legato al mondo in cui viviamo, ovvero agli sportelli postali ma all’ambiente digitale, spesso contaminato da persone scorrette e truffaldine. Per ovviare il problema dobbiamo fare estrema attenzione a chi indirizziamo il nostro pagamento o la ricezione di denaro.

    Gli hacker riescono a risalire ai nostri dati personali e svuotare all’improvviso il nostro conto corrente. Non a caso, i pirati informatici si approfittano delle persone che trascurano di prendere le precauzioni necessarie, sperando di coglierle in un momento di debolezza, quando si abbassa la guardia. Al di là di fare pagamenti o di ricevere denaro da persone conosciute e affidabili dobbiamo anche prestare attenzione a non lasciare i nostri dati incustoditi.

    Cambiare spesso le password

    Uno dei modi più efficaci per evitare la compromissione degli account online è cambiare regolarmente le password. Non è raro che gli hacker provino semplicemente tutte le password più popolari del nostro account. Se utilizziamo la stessa password da anni o, ancora peggio, la stessa password per infiniti account, è molto probabile che i malintenzionati la trovino piuttosto in fretta. S

    La password va cambiata ogni tre mesi e per ogni account va creata una password diversa. Sarà ovviamente impossibile ricordare tutte le password ma proprio per questo esistono delle applicazioni in cui possiamo custodire tutte le nostre password così da non doverle memorizzare. Una volta che le andremo a cambiare nell’account dovremo aggiornare la stessa anche nell’applicazione.

    L’applicazione Poste Italiane deve essere sempre aggiornata

    Molte applicazioni possono diventare insicure se ci dimentichiamo spesso di fare l’aggiornamento. È buona norma controllare regolarmente la presenza di aggiornamenti per il sistema operativo e le applicazioni. Spesso, negli smartphone esistono delle notifiche che se attivate prevedono di fare in automatico gli aggiornamenti così noi non dobbiamo preoccuparci di eseguire il controllo. Da PC, invece, è sempre meglio controllare manualmente la presenza di aggiornamenti poiché spesso possono fallire o mancare.

    Utilizzare solo connessioni Wi-Fi affidabili

    Prestiamo estrema attenzione alle connessioni Wi-Fi poiché i pirati informatici possono entrare nella linea con facilità. Inoltre, possono facilmente creare connessioni Wi-Fi fittizie nelle aree pubbliche senza che noi ce ne accorgiamo. In questo modo intercettano tutti i dati trasmessi attraverso la rete, comprese le informazioni sensibili inviate.

    Il modo migliore per evitare questo tipo di attacco è utilizzare solo connessioni Wi-Fi di cui ci si fida. Oppure, per proteggersi da questo tipo di attacchi, è possibile utilizzare una rete privata virtuale (VPN). Le VPN sono servizi che creano una connessione crittografata tra il nostro dispositivo e Internet. Grazie a questa protezione i dati saranno protetti da occhi indiscreti.

    E-mail phishing

    Un altro metodo adottato dagli hacker è quello di mandare una mail sentenziando che dobbiamo fare qualche azione nel nostro conto. Entriamo dal link che ci viene fornito e inconsciamente regaliamo i nostri dati sensibili. Questo tipo di truffe sono sempre più frequenti. Possiamo proteggerci non cliccando sul link inviato e cestinando la mail.