Conto in banca, fate sempre attenzione ai risparmi: ecco i rischi

28
limite conto in banca

Il concetto di risparmio viene solitamente associato, per quanto riguarda la maggior parte della cittadinanza italiana, a due concetti principali, ossia “conservare i soldi sotto il materasso” oppure usufruire di una soluzione telematica, collegata ad un ente bancario, ossia il conto in banca, soluzione che è quella oggi la più utilizzata e “favorita” da quasi tutti. Soprattutto nel contesto “tecnologico” che oramai vede il denaro sempre meno associato ad una forma fisica in favore di una “telematica”. Ma mantenere i soldi sul conto in banca è sempre conveniente? Quali sono i rischi?

Conto in banca, fate sempre attenzione ai risparmi: ecco i rischi

I rischi non sono più di tanto associati ad un fattore di “perdita fisica” del denaro, in quanto il fondo bancario internazionale preserva l’incolumità dei risparmi associati su qualsiasi tipologia di conto corrente fino a 100.000 euro, anche in caso di fallimento dell’istituto di credito.

I veri “rischi” sono sopratutto inerenti alla perdita di potere d’acquisto del denaro, che soprattutto a causa dell’inflazione tende a ridursi nel corso del tempo, se questo resta “stantio” sul conto corrente senza essere movimentato o investito. Per questo motivo, soprattutto se siamo in possesso di una somma “fissa” sul conto, risulta più saggio fare uso di un libretto di risparmio, un conto deposito o altre forme di investimento a rischio relativamente basso, ma che possono sviluppare una sorta di reddito aggiuntivo nel corso degli anni.

Bisogna poi tenere in considerazioni i costi, come l’imposta di bollo, che “costa” annualmente l’equivalente di 34,20 euro per le persone fisiche e 100 euro per le imprese. Avere soldi sul conto inevitabilmente li espone ad eventuali pignoramenti e limitazioni in caso di morosità oppure in caso di mancati pagamenti di imposte.

Il consiglio generale è dividere i propri risparmi su due tipologie di strumenti, quelli di uso comune tenuti sul conto, mentre il resto portati ad un’investimento come quelli citati.

limite conto in banca