Bonifici online, in questi casi non farli mai: ecco i rischi che corri

Se fai uso frequente di bonifici online, dovresti sapere che esistono alcuni casi in cui non dovresti farli mai. Il bonifico è chiaramente uno dei metodi più sicuri per effettuare un pagamento. È uno dei metodi che garantisce la tracciabilità del pagamento, è sicuro ed è affidabile. Ma ci sono dei casi in cui – per nostra imprudenza – diventa impossibile tutelarsi di fronte ai rischi che si corrono.

Ovviamente non parliamo della stragrande maggioranza dei casi, ma di un certo numero limitato di situazioni nelle quali potremmo essere portati a compiere un’operazione che ci pare sicura, ma che in realtà non lo è. Lo spieghiamo meglio nel proseguimento di questo articolo.

Bonifici online, in questi casi non farli mai

Il primo caso in cui non fare mai un bonifico online è nel caso in cui siate chiamati ad effettuare un bonifico istantaneo verso un destinatario che non conoscete. Il bonifico istantaneo sposta il denaro quasi immediatamente e queste rende impossibile revocare il pagamento. Di fatto, col bonifico istantaneo, l’ordinante rinuncia alla tutela dei canonici tre giorni di fronte alla necessità di trasferire immediatamente il denaro.

È chiaro che se effettuate un bonifico istantaneo per pagare in tempo una tassa, ed evitare la mora, avete la certezza che l’IBAN – purché lo scriviate correttamente – sia autentico. Ma nell’ultimo periodo dietro la richiesta di bonifico istantaneo, specialmente per l’acquisto di beni e servizi online, hanno iniziato a celarsi delle truffe.

In genere per approfittare di offerte molto scontate per tempo limitato, gli utenti si vedono invitati ad effettuare bonifico istantaneo. L’urgenza generata fa sì che si versi rapidamente il denaro al presunto venditore che però, a quel punto, sparisce senza inviare l’oggetto o fornire il servizio. E a quel punto non potrete recuperare il vostro denaro. Considerato che un bonifico istantaneo può arrivare ad un massimo di 15mila euro, i rischi possono essere molto elevati.

Bonifici online: c’è un rischio controlli?

Esiste un rischio di accertamento e di controlli del Fisco anche per i bonifici online. È stata infatti di recente ampliata ad una serie di soggetti bancari e di intermediatori finanziari la platea delle figure obbligate a segnalare al Fisco la partenza di un bonifico superiore alla soglia di 5mila euro.

Oltre questa soglia il bonifico viene sempre segnalato all’IUF e partono i controlli per verificare la trasparenza dell’operazione. In questo caso è fondamentale che la causale sia ben specificata. Sarete eventualmente chiamati a fornire documentazione che attesti il pagamento. In caso di bonifici di quest’importo o superiore, il consiglio è quello di effettuarli in filiale con la documentazione che attesta la necessità e la pulizia del pagamento già con sé. Questo eviterà ulteriori controlli.

bonifici istantanei