Busta paga, queste categorie avranno diritto agli aumenti: ecco quali

39
ferie permessi aumenti busta paga

La busta paga costituisce da oramai molti anni una forma di standard per definire la situazione economica dei lavoratori dipendenti, che numeri alla mano, sono quelli più numerosi e che quindi vanno a costituire una parte fondamentale della società economica moderna. Questo documento, che viene utilizzato in particolar modo per attestare la condizione e la possibilità di acquistare beni e servizi da parte dei cittadini, viene costantemente modificata ed influenzata dall’esecutivo ma anche da altri fattori, sia in fatto di detrazioni che aumenti. Quali sono le categorie che in questa seconda parte del 2022 avranno diritto agli aumenti?

Busta paga, queste categorie avranno diritto agli aumenti: ecco quali

Il 2022 infatti non è stato esattamente positivo e legato ad un contesto di crescita in senso economico per gran parte delle categorie di cittadini, basta pensare alla condizione legata all’inflazione, ma anche la situazione legata all’ambiente e alle fonti di energia. Il Bonus 200 euro è uno dei tanti che ha costituito una misura di supporto parte del Decreto Aiuti, firmato dal presidente del consiglio Mario Draghi tra la primavera e l’estate dell’anno corrente.

Il Decreto Aiuti Bis ha portato ulteriori, seppur limitati, incrementi sulle buste paga delle categorie meno abbienti, attraverso una forma di detrazione già presente che esenta circa l’0,8 % per i lavoratori e pensionati al di sotto di un importo annuo di 35 mila euro.

Da luglio fino a dicembre 2022 un ulteriore “sconto” sulle imposte legate al mondo del lavoro sarà corrisposto, pari ad un ulteriore 1,2 % sulla busta paga fino alla fine dell’anno, per i lavoratori/pensionati che non percepiscono importi lordi superiori a 2.692 euro mensili.

Si tratta di importi che al mese scaturiscono in incrementi da 12 al mese per chi guadagna 1000 euro (pari a 64 euro su base semestrale), fino a 32,30 euro al mese per chi guadagna 2692 euro al mese, che corrispondono a 193,8 euro in più da luglio a dicembre.

ferie permessi aumenti busta paga