Se anche tu hai questo libretto postale potresti essere ricco

40
libretto postale

Poche cose tendono ad accomunare quasi tutta la popolazione italiana come l’attenzione nei confronti del denaro, la principale risorsa economica che generalmente ed in maniera non così distante dalla realtà ci permette di “tirare avanti”. Anche se superficialmente la popolazione nostrana è definita come “spendaccione” e poco attenta al risparmio, un altro dato rileva che il numero di conti e libretti di risparmio risulta essere in aumento, testimonianza evidente che dimostra una volontà di “mettere al sicuro” i propri risparmi. E’ in particolare il libretto postale la variante più diffusa di “risparmio postale” che può essere anche una inaspettata fonte di guadagno.

Cosa sono?

Ma cos’è il libretto postale? Costituisce la forma più diffusa di libretto messo a disposizione da Poste Italiane, che è anche quello di natura più economica. Rappresenta una tipologia di libretto di risparmio semplificato, che non permette di sviluppare un importante quantativo di interessi sui risparmi ma che consente comunque un numero di servizi ed una serie di “assicurazioni” da parte dello stato.

Se anche tu hai questo libretto postale potresti essere ricco

Il libretto postale è infatti gestito dalla Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. ed è garantito dallo Stato Italiano. Nella forma più recente e moderna il libretto può avere due forme, dalla funzionalità uguale tra di loro, una che non è dotato di “forma cartacea”, il cosiddetto libretto Smart che affianca quello Ordinario.

Anche i libretti postali sono “valevoli” dal punto di vista collezionistico, in quanto rappresentano una forma di risparmio che ha segnato comunque un’epoca di grande trasformazione nel nostro paese. I libretti delle ultime decadi del 19° secolo sono i più rari, e se regolarmente mantenuti in buone condizioni possono valere cifre anche molto interessanti, che possono far guadagnare fino 1000 euro per uno particolarmente ben tenuto.

Libretti fino agli anni 20 del Novecento sono comunque interessanti, anche se può essere più difficile trovare compratori realmente interessati.

libretto postale raro