Conto in banca, quanti soldi posso tenerci? Ecco la risposta

54
conto in banca Conto limite corrente

Ti stai chiedendo quanti soldi puoi tenere sul tuo conto in banca? La risposta è molto semplice, perché in effetti non esistono limiti massimi oltre il quale non si può andare col proprio deposito. Generalmente viene consigliato a tutti di differenziare i propri risparmi in investimenti, soprattutto oltre una certa soglia, per garantirsi una serie di possibilità che col denaro fermo non si avrebbero.

Tenere il denaro fermo è infatti il modo più semplice per farsi erodere il potere d’acquisto dall’inflazione. Ad ogni modo, è importante sapere che ci sono delle soglie oltre le quali possono scattare tasse fastidiose o veri e propri rischi di coinvolgimento del proprio capitale in caso di crisi bancaria. Ti spieghiamo tutto in questo articolo.

Oltre i 5mila euro scatta l’imposta di bollo

Se non sei particolarmente possidente e il tuo conto in banca non ha grandi somme in deposito, potrebbe risultarti fastidioso o finanche problematico pagare l’imposta di bollo. Si tratta di una tassa di 34.20 Euro all’anno, che può essere applicata con diverse modalità (trimestrale, semestrale, annuale) che pagano tutti coloro i quali posseggono un deposito con giacenza media superiore a 5mila euro.

La giacenza media si definisce attraverso un calcolo che si effettua sommando i saldi giornalieri del conto corrente, e poi dividendoli per il numero dei giorni di rendicontazione. Non basterà quindi togliere il denaro dal vostro conto pochi giorni prima dell’applicazione dell’imposta di bollo.

Per non pagarla dovrete fare attenzione a tenere la vostra giacenza media sotto i 5mila euro. L’imposta di bollo si paga per ogni posizione finanziaria aperta, e questo significa che se avete più conti correnti con giacenza media superiore a 5mila euro, ne pagherete una per ognuno di essi.  Per molte persone la soluzione in questo caso è lo spostamento di una parte del proprio denaro su di una carta prepagata come la PostePay, la PostePay Evolution o le prepagate di altri istituti di credito.

Se tieni più di 100mila euro rischi qualcosa

La soglia oltre la quale si consiglia di non andare coi propri depositi sul conto corrente è rappresentata dalla cifra di 100mila euro. Questo perché l’attuale sistema di protezione dei depositi dei correntisti pone questo limite come quello sotto il quale i soldi dei clienti non possono essere toccati dalle procedure interne di salvataggio definite come bail-in.

Il bail-in è una pratica imposta dalle istituzioni europee ai principali istituti di credito – e con la manifesta volontà di estenderla anche alle banche medio-piccole – che prevede la trasformazione dei crediti deteriorati in azioni e obbligazioni che possano coprire scoperti ormai inesigibili. Le somme depositate superiori a 100mila euro possono essere utilizzate, come ultima ratio, ma possono essere prese dalle banche per queste procedure.

100mila euro è inoltre la somma massima coperta dalle garanzie fornite dal FITD, il Fondo Interbancario di tutela dei depositi. Si tratta di uno strumento che copre i risparmi dei correntisti in caso liquidazione coatta amministrativa della banca o dell’istituto di credito.

conto in banca Conto limite