Quanto valgono le 20 lire con Mussolini? “Sorprendente”

41

La storia della lira italiana è, quasi inaspettatamente per molti, non solo molto interessante ma anche degna di rispetto e decisamente “antica”. Se la quasi totalità di noi ha in mente le lire sotto forma di monete e banconote dell’era repubblicana, ossia tutte quelle sviluppate dal 1946 al 2002, anche se la valuta è molto più antica, essendo stata adottata dal regno italiano di stampo napoleonico sviluppato dall’Imperatore francese a seguito della Campagna d’Italia. Con la dismissione di questa entità diverse tipologie di “lira” sono state utilizzate dai regni italiani preunitari e anche dall’Italia unificata post 1861. Molti dei formati monetari sono stati mantenuti fino al nuovo millennio ma alcune tipologie, come la 20 lire ha subito più di qualche modifica.

Quanto valgono le 20 lire con Mussolini? “Sorprendente”

Infatti la 20 lire repubblicana è quella più conosciuta ma durante il periodo fascista sono state coniate varie versioni di questo taglio, molto diverso dalle emissioni temporaneamente successive. Una delle più famose del periodo è la 20 lire Cappellone, chiamata anche Elmetto o anche Mussolini a causa del ritratto presente che in realtà non reca il volto del dittatore italiano ma del re Vittorio Emanuele III in quanto tradizionalmente non veniva posto il volto del capo del governo, ossia Mussolini ma proprio quello del Re.

Si tratta di una moneta realizzata in argento 600/1000 del 1928 realizzata a scopo commemorativo per in occasione del decennale della vittoria durante la prima guerra mondiale. Reca il volto del re proprio mentre indossa l’elmetto militare mentre l’altro lato è riconoscibile per il fascio littorio con la definizione sotto forma di motto “meglio vivere un giorno da leone che cento da pecora”.

Circa 3 milioni e mezzo di pezzi per una moneta dall’elevato valore storico, che infatti vale almeno 150 euro se in buone condizioni ma che può far guadagnare almeno 1000 euro se in eccellenti condizioni anche se alcuni esemplari sono stati venduti per oltre 1800 euro.

20 lire