Lira italiana: ecco quale cercare per diventare subito ricco

La lira italiana è stata “attiva” per quasi due secoli, rispettivamente dalle prime decadi dell’Ottocento, introdotta su vasta scala nel regno d’Italia sotto influenza delle conquiste di Napoleone I. La lira infatti “originaria” reca tra le proprie emissioni proprio il volto del condottiero poi divenuto imperatore corso. La valuta, una volta caduto questo regno è stata differenziata ed utilizzata dai regni del nord del paese prima di diventare, seguendo l’archetipo del formato adottato dal Regno di Sardegna, la valuta ufficiale del Regno d’Italia, e vi è restata fino alla fine della monarchia, a seguito del referendum del 1946. La lira tuttavia, completamente rimodellata per adattarsi al formato repubblicano, è stata la valuta italiana fino al 2002, anno di introduzione dell’euro. Si tratta in senso generico di una moneta molto ambita ed importante dal punto di vista collezionistico. Ma tra le tantissime monete, su quali puntare per arricchirci?

Lira italiana: ecco quale cercare per diventare subito ricco

Le emissioni sono tantissime, generalmente si è soliti concentrare l’interesse. Stavolta prenderemo in esame una particolare versione della moneta da 5 lire, ma molto antecedente rispetto a quella più famosa, ossia quella con il Delfino, ma quella riconoscibile per il volto di Umberto I, re d’Italia, sul trono dal 1878 al 1900.

Questa moneta da 5 lire è estremamente rara e importante dal punto di vista del valore, in quanto sviluppata solo negli anni 1878 e 1879. E’ stata realizzata in una lega di argento 900.

Da una parte è presente il vistoso simbolo di casa Savoia, dall’altra il volto di profilo di Umberto I.

L’emissione da 5 lire del 1879 è interessante, ma non rarissima come altre emissioni, ma se in condizioni può valere diverse migliaia di euro, ma se lo stato è non buono vale poche decine di euro. Molto più rara la 5 lire del 1878 che è stata coniata in 400 mila esemplari, e per questo è difficilissima da trovare soprattutto in buono stato. Il valore è pari a 1000 euro se in buono stato ma può sfiorare i 14 mila euro se in Fior di Conio.

lira 1