Novità sul bonus vacanza 2022: pazzesco, ecco cosa sta succedendo

Torna il bonus vacanze anche per l’autunno e l’inverno del 2022: a partire dal 5 settembre si può infatti richiedere un voucher servizi dal valore di ben 450 euro senza ISEE per pernottare gratis presso le strutture che aderiscono all’iniziativa. Ma non solo: ci sono anche degli sconti vantaggiosi fino al 50% esperienze e attività culturali.
È arrivato il momento giusto per viaggiare e trascorrere delle meritate vacanze, specie, se non si ha avuto modo e tempo di rilassarsi e riposarsi durante l’estate e questa si può fare risparmiare un bel po’ di soldi.

A partire dal 5 settembre 2022, infatti, si può richiedere il nuovo bonus vacanze(voucher 4×2) che ti permette di viaggiare in una Regione d’Italia fino al 30 giugno 2023. Il valore del voucher servizi 4×2 ha un valore pari a 450 euro e ti aiuterà a sostenere i costi di soggiorno, escursioni o esperienze di viaggio che più di aggradano.

Il tutto è possibile senza la necessità di soddisfare nessun requisito reddituale dato che il nuovo bonus vacanze da 450 euro è senza ISEE. Ma come funziona? Vediamolo insieme.

Il bonus vacanze 2022 ha un nuovo volto: non è stata ancora confermata la sua misura dal governo Draghi, che ha stabilito invece nuove modalità per poter usufruire di quest’agevolazione e ne ha limitato la platea dei beneficiari.

Il bonus vacanze 2022 riguarda soltanto specifiche categorie di persone ed è possibile accedervi esclusivamente partecipando a determinati bandi pubblicati dall’Inps.

Ma chi può beneficiare di questo bonus vacanze 2022?

Il bonus vacanze 2022 è rivolto a tutti gli studenti, gli insegnanti e i pensionati. Ma fate attenzione perché i bandi per richiedere quest’agevolazione attraverso il sito Inps sono scaduti dal mese di aprile.

Gli studenti, gli insegnanti e i pensionati che hanno fatto la domanda possono spenderlo per gli alberghi, i resort, i campeggi o gli alloggi estivi, ma anche per i campus universitari, i villaggi turistici, i residence ma anche le pensioni e i B&B, gli agriturismi o gli ostelli che hanno deciso di aderire a questa iniziativa.
Il consiglio è però quello di verificare l’effettiva possibilità di beneficiare di questo bonus vacanze nella struttura prescelta contattando personalmente la struttura stessa.

Prenotando un soggiorno di quattro notti presso una delle strutture che vi aderiscono, se ne pagheranno soltanto due: le rimanenti saranno l’una a carico della Regione e l’altra offerta dalla struttura ricettiva. Insomma, è un regalo davvero speciale per chi intende trascorrere le proprie vacanze in autunno in giro per tutta Italia.