Fino a 13.581€ se trovi Maria Montessori o Guglielmo Marconi sulle vecchie Lire: ecco quali cercare

Le vecchie Lire ci hanno accompagnato fino all’inizio di questo nuovo millennio e proprio al sorgere degli anni 2000 sono state sostituite dalla moneta unica europea. Chiaramente stiamo parlando dell’Euro che ogni giorno utilizziamo per i nostri acquisti.

Negli anni però sono state emesse tante tipologie di banconote e monete che appartenevano al vecchio conio. Le Lire infatti hanno avuto diversi tagli sia per quanto riguarda le monete che per quanto riguarda i pezzi di carta. Tra questi ultimi risaltano alla memoria certamente le Mille Lire con Maria Montessori, delle quali abbiamo ampiamente discusso in altri nostri articoli, così come le Due mila Lire con Guglielmo Marconi.

Queste due banconote nel corso del tempo sono diventate così tanto rare da valere una vera e propria fortuna. Molte volte infatti la Zecca di Stato ha messo in circolazione dei pezzi molto particolari che così hanno scritto la storia della Lira Italiana. Andiamo adesso a scoprire il loro valore e, soprattutto, come riconoscere le banconote rare.

Mille Lire di Maria Montessori

Innanzi tutto per riconoscere questa banconota ci basterà trovare il ritratto della famosa Maria Montessori sul fronte. Si trattava, come già specificato, di una banconota da 1000 Lire ed è stata in circolazione tra il 1990 ed il 1998. Prima di questa infatti gli italiani utilizzavano quella raffigurante Marco Polo.

Quanto valgono le Mille Lire di Maria Montessori? La risposta è molto semplice anche se non è poi così tanto scontata. Il prezzo di vendita al giorno d’oggi si aggira anche sopra i 10.000 euro ma è giusto precisare che bisognerà trovare quel pezzo molto particolare.

Per prima cosa dobbiamo averla in Fior di conio e su di essa non vi devono essere per nessun motivo segni particolari o strappi nè altro. Se riuscissimo a trovare addirittura una banconota che ha il numero di serie che inizia per AA ed addirittura termina per A possiamo ritenerci molto fortunati.

Alcuni esperti infatti sottolineano come questa banconota al giorno d’oggi valga circa una cinquantina di euro ma negli anni futuri potrà addirittura arrivare, come detto, sopra la cifra dei 10.000 euro. Per questo motivo ci sembra più che ovvio potervi consigliare di conservarla al meglio e mantenere in casa un vero e proprio tesoretto.

Duemila Lire di Guglielmo Marconi

Anche in questo caso riconoscere la banconota con Guglielmo Marconi non è affatto difficile. Essa infatti raffigura il famoso personaggio d’epoca italiana su uno dei due lati e, come sempre, anche il logo della Zecca di stato italiana.

Questa banconota è stata stampata solamente tra il 1990 ed il 1992 e già questo è un gran tasso di originalità e particolarità. Le misure sono di 119 millimetri di lato lungo per 61 millimetri sul lato corto. Ogni serie che è stata stampata è stata distribuita in un milione di pezzi ma nel caso in cui doveste avere una banconota con un numero di serie che contiene dalle quattro alle sei lettere consecutive tutte uguali potreste diventare ricchi.

Se infatti trovate quattro lettere uguali consecutive si parte da un prezzo di circa 1500 euro, mentre se già si aggiunge una lettera si arriva addirittura a 6000 euro. E’ stato raccontato invece che una banconota da 2000 Lire di Guglielmo Marconi con sei lettere uguali consecutive sarebbe stata venduta a 13.581 euro.

Insomma, iniziare a cercare le nostre vecchie banconote potrebbe diventare un bel passatempo per guadagnare qualche soldo in più. Ricordiamo, ancora una volta, che questi prezzi possono diminuire nel caso in cui tra le vostre mani non capitino i pezzi proprio particolari e soprattutto in caso di macchie o graffi sulla banconota.