La Postepay non funziona di notte? Ecco perché, assurdo

Il ruolo avuto fin dall’inizio degli anni 2000 da Postepay ha travalicato quello della “semplice” carta ricaricabile, abituando nel contempo una grande platea di italiani all’utilizzo della moneta elettronica. Fino a non troppi anni fa infatti praticamente solo i titolari di conto corrente potevano concretamente utilizzare una forma di carta di pagamento con strumenti home banking annessi.

Il termine Postepay non definisce solo la carta in se, ma in senso generico tutti i servizi sviluppati da Poste Italiane nel corso degli anni. Anche se si tratta di una forma di servizi relativamente avanzata, il circuito utilizzato da Poste Italiane non è perfetto e in alcuni momenti della giornata può effettivamente palesare problematiche di tipo tecnico, che portano ad esempio a non poter utilizzare strumenti come il prelievo, la “consultazione” del saldo, e simili durante la notte.

La Postepay non funziona di notte? Ecco perchè!

I servizi utilizzano i circuiti di pagamento Visa o Masterard a seconda della versione, ma accedere al proprio account sull’app Postepay per smartphone oppure attraverso il sito ufficiale Postepay potrebbe essere impossibile negli orari notturni, così come eventuali acquisti, prelievi e ricariche.

Infatti se si prova ad accedere negli orari notturni a questi servizi potrebbe palesarsi un messaggio d’errore come  “il servizio non è momentaneamente disponibile”, oppure che “l’operazione non può essere momentaneamente eseguita”.

Questo avviene solitamente dalle ore 2.00 alle 4.00 il 2° giorno lavorativo della settimana, mentre per tutti gli altri giorni 2.00-2.10, idem per tutte le altre funzionalità relative al prelievo di contanti presso gli ATM delle Poste Italiane, a causa di un processo di aggiornamento/manutenzione che rende in quasi tutti i casi impossibile accedere oppure effettuare operazioni.

postepay novità disabilitata