“I prelievi dal tuo conto saranno bloccati”: cosa fare se si riceve questa comunicazione?

Avrete senza dubbio notato che dal primo gennaio 2022 sono cambiate certe regole per quanto riguarda prelievi e versamenti con un bancomat. Questi distributori automatici si trovano in giro per le città, solitamente collocati vicino alle banche. Molti si sono ritrovati a prestare molta attenzione per i propri prelievi. Ma perché? Cos’è cambiato? 

Le carte Bancomat, o le carte di debito, non sono certo un’innovazione degli ultimi tempi, e non è una novità dover fare attenzione quando ci apprestiamo ad effettuare un versamento o un prelievo. Bisogna sempre stare attenti ad eventuali attacchi, truffe o furti, specialmente in questo periodo, in cui la stabilità economica è molto instabile e la gente fatica ad arrivare a fine mese. È sempre fondamentale tenere gli occhi ben aperti, non solo dal primo gennaio 2022.  

Ma cos’è che è cambiato nei prelievi bancomat?  

Prelievi Bancomat bloccati: cosa fare per evitarlo  

Nuove direttive hanno imposto un regolamento che prevede prelievi (anche agli sportelli bancari) non superiori ai 1000 euro. Perché?  Tutto questo accade perché dal 2022 tutti i pagamenti da un minimo di mille euro in su devono essere tracciati, e non c’è modo di evitare questa nuova regola. Tutto ciò significa che non possiamo effettuare versamenti in contanti superiori ai 999 euro.  

Quando la banca registra un’uscita ingente può scattare immediatamente un certo tipo di controllo per chiarire la situazione e assicurarsi che non si tratti di una truffa o no ai danni del proprietario del conto corrente e della stessa banca. Per questo motivo mille euro potrebbero essere un limite applicato per convenzione.  

Il prelievo di mille euro al bancomat è comunque vietato quando ad effettuarlo sono aziende o società.  

Cosa succede se la nuova direttiva non viene rispettata? 

Per quanto riguarda i pagamenti, la situazione è diversa. I pagamenti che sono sopra i mille euro devono essere effettuati rigorosamente con metodi tracciabili (parliamo quindi di bonifici, che devono essere sempre compilati in modo regolare e soprattutto completo).  

Cosa succede se la nuova direttiva dei mille euro non viene rispettata?

Attenzione: se la vostra transazione va oltre i mille euro si rischia una cospicua multa, la quale può arrivare anche a 1000 euro sia per chi riceve che per chi versa la somma di denaro. Inoltre, c’è una buona probabilità che i prelievi successivi vengano bloccati finché non sarà stato provato che la transazione di più di mille euro non sia stata una truffa o un furto.