Fino a 12.500 euro se trovi questo francobollo: FOTO

28

Ci sono molti oggetti rari che potremmo trovare nei nostri cassetti, abbandonati in qualche vecchio angolo o conservati gelosamente, senza neanche sapere il loro vero valore. Tra i vari oggetti non ci sono solo vecchie monete e banconote in lire, del quale abbiamo precedentemente parlato, ma anche dischi, vinili, vecchi giocattoli, e francobolli.

Francobolli rari

Nella lista degli oggetti rari troviamo anche alcuni francobolli. Anche nel loro caso, ovviamente, basta capire qual è il loro valore e come venderli al meglio. Un francobollo può guadagnare valore per diversi motivi, proprio come nel caso di una moneta rara.

  • Ad esempio:
  • Per il numero di pezzi emessi al momento di distribuzione
  • Per l’obiettivo per il quale è stato emesso (esistono infatti francobolli che sono stati messi in circolazione per dare omaggio a un particolare personaggio o per un evento.)

I tipi di francobolli stampati per dare omaggio a un determinato personaggio storico sono quelli che potrebbero veramente valere tantissimi soldi. Alcuni speciali esemplari che possono valere decine, o centinaia di migliaia di euro.

Oggi vi parliamo di un pezzo del 1851 emesso per il Regno Lombardo-Veneto

Il francobollo che vale 200 mila euro: Testa di Mercurio

Non si tratta di uno scherzo. Il Testa di Mercurio è uno dei francobolli piu’ rari e può arrivare a valere fino a 200mila euro. Questo particolare francobollo è stato emesso nel 1851 per il Regno Lombardo-Veneto.

Il francobollo Testa di Mercurio, in realtà, non è così difficile trovarne in giro. La vera rarità si ottiene quando si ha tra le mani dell’intera serie composta da 4 pezzi. E come si riconoscono? Il colore predominante è blu, con il volto di Mercurio di profilo e alcune diciture ai quattro lati. Collezionisti accaniti e professionisti sono alla ricerca di questi francobolli, dunque controllate subito nella vostra collezione! Potreste trovare un tesoro dal valore esorbitante.

Il francobollo siciliano che vale fino a 350 mila euro

Per i collezionisti accaniti, parliamo del famosissimo “Error of Colour”, emesso in Sicilia nel 1859. Un altro francobollo italiano con un valore non poco modesto. Questo francobollo non è solo raro in Italia, ma è considerato addirittura un dei più rari del mondo. E cosa lo rende speciale? A quanto pare il colore predominante doveva essere arancione, ma è stato stampato in blu. Questo errore ha causato l’aumento del suo valore. Ed è da capogiro! Sul fronte troviamo il volto di Garibaldi.

Alcuni esperti infatti confermano come possa addirittura superare i 350 mila euro.

Vendere francobolli

Ricordate che ogni oggetto di valore che siete interessati a vendere, deve essere in ottime condizioni per raggiungere cifre esorbitanti.  Un qualsiasi collezionista potrebbe calare il vostro prezzo se il francobollo dovesse avere dei problemi o possibili macchie come i segni di utilizzo.