Se trovi il centesimo sbagliato diventi ricco sfondato: ecco quale cercare

35
€0.01 1 centesimo sbagliato centesimi

Da esattamente 20 anni l’euro ha completamente rivoluzionato il concetto stesso della moneta, ovviamente in maniera particolare per la popolazione del vecchio continente, che ha dovuto adattarsi quasi interamente all’euro.

Ad oggi l’euro è diffuso in quasi 30 nazioni ed è utilizzato da circa 330 milioni di abitanti europei, e nel bene o nel male costituisce una forma di certezza dal punto di vista finanziario e culturale, anche se l’euro ha dovuto scontrarsi con un profondo scetticismo concettuale oltre che “formale”.

Le nuove emissioni sono state accolte con un tiepido scetticismo anche perchè molto diverse da quelle precedenti come la lira ed in particolare i centesimi hanno avuto un’accoglienza poco felice. Il centesimo concettualmente corrisponde a tagli monetari dal basso valore economico, e se le emissioni da 5, 10, 20 e 50 centesimi sono percepiti come “funzionali”, i tagli da 1 e 2 rapidamente sono stati accantonati dal nostro paese come in altre nazioni come la Finlandia che dallo scorso decennio ha adottato una politica di “arrotondamento” vera e propria, quindi è ironico in qualche modo che un centesimo definito come “sbagliato”, tra l’altro sviluppato nel nostro paese, sia divenuto una delle monete più ricercate della nuova valuta.

Se trovi il centesimo sbagliato diventi ricco sfondato: ecco quale cercare

Di quale moneta si tratta? Si fa riferimento al “centesimo sbagliato” in merito ad una emissione sviluppata “per errore” ossia il più classico degli errori di conio, una forma di moneta da 1 centesimi che però riporta la raffigurazione sul retro della Mole Antonelliana, che è normalmente presente su quella da 2 centesimi.

In realtà a ben guardare anche le dimensioni sono identiche a quella di una moneta da 2 centesimi che è leggermente più grande, quindi l’errore sta nella raffigurazione da 1 centesimo rispetto che quella di 2.

Nel 2002 la zecca di Roma ha coniato circa 7 mila monete con questa raffigurazione errata, quasi tutte, escluso un centinaio, sono state preventivamente ritirate e rese indisponibili dal mercato, eccezion fatta proprio questa ridotta quantità corrispondente ad 100 pezzi.

Inutile specificare l’importanza collezionistica di questi esemplari, da circa vent’anni estremamente ricercati. L’emissione è distinguibile anche perchè la naturale raffigurazione dell’emissione da 1 centesimi è generalmente quella di Castel del Monte in Puglia.

La disponibilità oramai molto limitata delle monete da 1 e 2 centesimi che da molti anni non sono più emissioni coniate nel nostro paese, fattore che unito ad un disinteresse nei confronti di queste valute, oramai considerate fondamentalmente inutili, rende estremamente difficile trovare il “centesimo sbagliato”, ma se questo avviene, possiamo ottenere un eventuale guadagno molto importante, che si aggira in media tra i 2000 ed i 3000 euro a seconda delle condizioni dell’esemplare.

Tuttavia alcuni esemplari messi e venduti all’asta sono stati aggiudicati per cifre molto più elevate, addirittura un esemplare è stato venduto per 6.600 euro.

centesimo sbagliato