Lavatrice, scaldabagno e lavastoviglie: ecco come risparmiare tanti soldi in bolletta

36
Bonus bollette

Risparmiare sulle bollette è il sogno e l’obbiettivo, diciamolo, di tutti i cittadini. Soprattutto negli ultimi tempi, a causa dei rincari e il costo di vita che è drasticamente aumentato.

In questo articolo vedremo qualche consiglio che vi aiuterà a risparmiare sulla bolletta della luce e acqua. Tagliando i costi.

Risparmiare in bolletta della luce: ecco alcuni consigli pratici

La lavatrice, scaldabagno e lavastoviglie sono elettrodomestici usati quotidianamente che ci permettono di vivere una vita piu’ comoda. Se ci pensate, oggi giorno è praticamente impossibile pensare di stare a casa senza uno scaldabagno o lavatrice. Ma il loro uso alza i numeri sulle bollette. Ecco perché importante prestare alcuni accorgimenti per risparmiare senza sacrifici.

Ecco alcuni consigli:

  • Sostituire i vecchi elettrodomestici con apparecchi a maggiore efficienza energetica; 
    Gli elettrodomestici che sono ormai vecchi sono quelli che consumano migliaia di kWh. Sostituire gli elettrodomestici con altri apparecchi a maggiore efficienza elettrica è un primo passo per il risparmio in bolletta. Per esempio: una lavatrice classe A, consuma la metà di una classe E. E’ bene precisare, comunque, che la classe di efficienza delle lavatrici vale su uno specifico programma di lavaggio, ovvero quello ECO 40-60.  Il programma ECO è il migliore, anche per qualsiasi lavaggio. In generale è anche meglio prediligere lavaggi a pieno carico, (ma non  troppo pieni o si rischia di avere l’effetto contrario al risparmio) e programmi veloci e a bassa temperatura, senza il prelavaggio.

  •  Il programma ECO vale anche l’uso della lavastoviglie; Ma se non è possibile, lavare a pieno carico evitando il programma di asciugatura è il consiglio migliore per risparmiare.
  • Lo scaldabagno andrebbe acceso poco prima dell’uso e spento quando non è più necessario. Il trucco è efficacissimo dato che si tratta infatti di uno degli elettrodomestici che assorbono più energia.

Oltre a questi tre elettrodomestici possiamo anche fare attenzione ad altri in casa. Per esempio il condizionatore e il riscaldamento. Mantenere costante la temperatura del riscaldamento e del condizionamento è molto piu’ efficiente di accendere al massimo i due (quando il caso lo richiede).
Questo piccolo trucco fa si che il riscaldamento si accenda solo quando è necessario, per poco tempo e con un livello di potenza basso, consumando di conseguenza di meno. Ovviamente lo stesso vale per il condizionatore d’aria in estate!

La temperatura del nostro ambiente è l’elemento che in percentuale ha maggiore impatto sull’efficienza energetica di una casa: ogni grado in più si sentirà anche in bolletta.