Allerta sul prezzo del gas per i termosifoni: ecco la situazione

40

L’inverno si sta ormai avvicinando e si sta, giustamente diffondendo, l’immensa paura per l’arrivo delle bollette altissime per il riscaldamento. Quanto consumerà nel 2022/2023 una famiglia standard per il gas? Ci sarà il riscaldamento centralizzato oppure quello autonomo? Vediamo insieme quale opzione è migliore.

Quanto costa la spesa per il riscaldamento?

Ogni inverno, il costo per i termosifoni pesa in modo importante sulle (già tante) bollette delle famiglie italiane. Il riscaldamento dell’abitazione è infatti di solito la parte più ingente di tutta la spesa totale presente nella bolletta del gas metano.
Uno dei fattori che influisce di più sul costo del riscaldamento è la zona climatica in quanto nelle regioni più fredde, si avrà, ovviamente, un consumo di gas molto più alto rispetto invece a quelle zone che hanno un clima più mite.

Esistono ben 6 zone tariffarie e in base alla zona geografica cambia anche la tariffa del gas legata proprio ai costi della distribuzione.

Il costo della bolletta di una famiglia standard

La bolletta del gas è composta da molte componenti: la prima voce è la spesa materia gas, che dipende dall’offerta che abbiamo scelto, le altre quote sono per la spesa di trasporto, di gestione e degli oneri di sistema, stabiliti sempre dall’Autorità. Al giorno d’oggi purtroppo le imposte dello Stato e gli oneri hanno un peso non indifferente sul totale della bolletta del gas, tuttavia è però possibile avere un risparmio sul costo del gas cercando l’offerta con il prezzo più basso e sicuramente adatta alle nostre esigenze.

Riscaldamento centralizzato o autonomo?

La scelta dell’impianto migliore è sicuramente soggettiva, anche se in generale, si tende sempre a scegliere il riscaldamento centralizzato. In realtà fino ad alcuni anni fa, i clienti erano molto titubanti sulla scelta del tipo di riscaldamento per le proprie abitazioni, ma nei tempi più recenti la scelta sta ricadendo con maggior frequenza sul riscaldamento autonomo, in quanto la caldaia privata pare essere la soluzione più economica che consente l’accensione e lo spegnimento in base alle esigenze.

Ecco per voi qualche consiglio per risparmiare sul gas quest’inverno dato che, con dei piccoli accorgimenti è possibile preservare gli impianti e risparmiare una bella somma a fine mese sulla bolletta del gas metano.
-E’ bene fare la manutenzione degli impianti prima di accenderli;
-Si deve controllare la temperatura dell’ambiente prima di impostare il termostato;
-Bisogna fare attenzione alle fasce orarie in cui il riscaldamento viene acceso;

-Schermare tutte le finestre durante la notte e arieggiare al massimo la casa al mattino presto appena svegli;
-Non è necessario accendere i termosifoni nelle stanze che non vengono utilizzate, quindi è bene non farlo;
-I termosifoni non vanno coperti;
-Bisogna evitare a tutti i costi le dispersioni di calore.