Attenzione alla truffa della banconota: ecco come difendersi

30
Banconote da 100 euro truffa false: ecco come riconoscerle

Ovunuque è presente del denaro, può esserci concretamente la possibilità di subire un raggiro se non una vera e propria truffa, anche in un contesto come quello attuale oramai “dominato” dal denaro elettronico in ogni sua forma.

I raggiri telematici, come abbiamo già osservato sono numericamente meno diffusi rispetto al passato ma comunque presenti anche perchè molte truffe basate ad esempio sul phishing in sempre più casi sono in grado di “raggirare” anche una persona abbastanza scafata. Ma anche quando ci troviamo nei pressi di uno sportello Bancomat ATM i rischi non sono necessariamente minori, come dimostrato dalla truffa della banconota.

Si tratta di una delle più comuni e conosciute forme di truffa con lo scopo di entrare in possesso della tessera e del denaro della vittima. La banconota infatti viene nella maggior parte dei casi posta non casualmente ma come “fonte di distrazione” da parte di due malintenzionati. La truffa per avere luogo deve infatti obbligatoriamente necessitare dell’operato di due persone.

La prima è quella incaricata a far notare alla vittima la presenza del denaro, contribuendo quindi a sviluppare distrazione ed un possibile disorientamento, soprattutto se il tutto viene esercitato nel momento esatto in cui la tessera sta per uscire dall’apparecchio. In genere la banconota provoca per l’appunto disorientamento e porta la vittima a verificare di non aver effettivamente perso del denaro.

Nel frattempo la seconda persona avrà approfittato dei momenti di distrazione per sostituire la tessera che sarà nel frattempo uscita dall’ATM, con una simile. Anche se può sembrare un meccanismo molto complesso, risulta essere funzionale, ed anche in tempi recenti sono stati molti i casi registrati di “clonazione” avvenuti con l’ausilio di questa tecnica.

Il consiglio è di stare sempre molto attenti quando si effettuano operazioni presso lo sportello e diffidare dall’aiuto e dall’influenza di nessuno.

Banconote da 100 euro truffa false: ecco come riconoscerle