Home » Il cioccolato fondente fa bene? Ecco la verità secondo il nutrizionista

Il cioccolato fondente fa bene? Ecco la verità secondo il nutrizionista

di Redazione

Il cioccolato fondente, ottenuto dalla pianta del cacao, è stato un alimento che ha avuto un impatto significativo sulla cultura fin dalla sua scoperta da parte degli Europei. Questa variante di cioccolato, con un sapore meno dolce e quindi considerata più “pura”, è presente in molte diete a basso contenuto di zuccheri e calorie. Ma fa davvero bene alla salute? Spesso si sente parlare dei benefici del cioccolato fondente nei consigli alimentari.

Come ogni alimento, anche il cioccolato fondente ha i suoi pregi e difetti, che dipendono anche dalla modalità di consumo. Ma i benefici sembrano superare i lati negativi?

Il cacao è stato considerato un “cibo” dalle popolazioni americane precolombiane, che lo consumavano principalmente come bevanda. Era un alimento di lusso riservato ai guerrieri e alle persone agiate. Con la diffusione delle piante di cacao, la produzione di cioccolato si è diffusa a partire dal Settecento, grazie anche ai maestri cioccolatai che hanno permesso una diffusione capillare di questa prelibatezza in varie forme. Il cioccolato fondente, caratterizzato da una percentuale maggiore di cacao puro rispetto a zucchero e latte, è la variante preferita dagli adulti ed è consigliabile anche consumarlo giornalmente, ma in quantità limitate per ottenere effetti positivi.

Uno dei principali benefici del cioccolato fondente è la capacità di migliorare l’umore. Stimola la produzione di serotonina, l’ormone del buonumore, che porta ad una sensazione di benessere. Inoltre, grazie alla sua forte capacità antiossidante, il cioccolato fondente può aiutare il sistema immunitario, migliorare la funzionalità cardiaca e la salute del sistema vascolare. Uno studio ha dimostrato che un consumo moderato di cioccolato fondente (circa 25-30 grammi al giorno) può ridurre la pressione arteriosa se consumato tra i pasti. È importante scegliere cioccolato fondente con una percentuale di cacao il più alta possibile, almeno al 75%, per ridurre la quantità di zucchero aggiunto.

Tuttavia, bisogna fare attenzione a non eccedere con il consumo di cioccolato fondente. Nonostante le sue proprietà benefiche, è ancora un alimento calorico. Un etto di cioccolato fondente può contenere oltre 500 calorie. Pertanto, è consigliabile consumarlo con moderazione e fare attenzione alle quantità. In generale, le persone con problemi al fegato o malattie epatiche dovrebbero evitare di consumare cioccolato fondente.

In conclusione, il cioccolato fondente può essere un alimento salutare se consumato con moderazione. I suoi benefici per l’umore, il sistema immunitario e la salute cardiovascolare sono stati dimostrati da diversi studi. Tuttavia, è importante fare attenzione alle quantità e scegliere varianti con una percentuale di cacao più alta possibile. Come per ogni alimento, è importante seguire una dieta bilanciata e consultare un nutrizionista per valutare le proprie esigenze specifiche.
Continua a leggere su MediaTurkey: Il cioccolato fondente fa bene? Ecco la verità secondo il nutrizionista

Related Posts