Abbiamo avuto occasione di intervistare uno dei partecipanti al Festival della Canzone Italiana in Belgio, Anthony Calamia, che ci ha raccontato della sua esperienza e molto altro.

Si è da poco concluso il Festival dell canzone italiana in Belgio che ha visto ospiti illustri come Patty Pravo e tante promesse, come Anthony Calamia che abbiamo avuto il piacere di intervistare. Il festival si è svolto nel Palais des Congres in collaborazione con Radio ICN NewYorkRadio Hitalia Belgio.

Ciao Anthony, iniziamo subito dall’ultima esperienza fatta all’estero: il Festival della canzone Italiana in Belgio. Com’è stato esibirsi lì? Raccontaci le emozioni che hai vissuto.

È stato magnifico, un’esperienza che ha permesso a me e alla mia musica di oltrepassare i confini. Ritrovarsi dalla propria stanzetta a comporre a un dietro le quinte con Patty Pravo a 19 anni non è da tutti i giorni…
Il Festival è stato in diretta con Radio ICN a New York e con Radio HItalia Belgio, quindi ho avuto il privilegio di far ascoltare per la prima volta un mio inedito in 2 radio internazionali, e devo dire che il parere è stato sorprendente.. A breve arriveranno delle news fantastiche…

A che età hai cominciato a cantare e quali sono state le tue prime esperienze musicali?

Il primo approccio con la musica l’ho avuto all’età di 6 anni quando mia nonna mi regalò una chitarra classica e un registratore giocattolo (vi invito a leggere  la mia biografia).
Iniziai a scrivere da piccolo ma la timedezza mi ha sempre privato del canto… La svolta è arrivata un anno e mezzo fa , dopo la perdita di mio padre la necessità di dover cantare è aumentata, così intrapresi una strada dedita allo studio del canto e iniziai a cantare in un coro gospel..
Il 2 maggio 2016 cantai per la prima volta uno dei miei inediti al teatro Politeama di Palermo e subito dopo presentai il mio secondo inedito alla Locanda Blues a Roma, attualmente studio musica e canto in un’ accademia a Palermo, la “VokalMusik Academy”.

Anthony Calamia
Un ragazzo giovane e con un vissuto come il tuo deve aver preso spunto da qualche grande artista, a chi ti ispiri?

Ho iniziato a scrivere grazie allo stimolo di grandi cantautori del passato ma anche contemporanei come Luca Carboni, Tiziano Ferro, Alex Baroni, Fabrizio De André, ma l’ispirazione in questo caso arriva dal vissuto quotidiano e remoto che caratterizza la mia vita.

Da circa un decennio ormai sembra che i talent facciano il bello e cattivo tempo in ambito musicale, ci daresti un tuo parere a riguardo?

Un parere difficile ma allo stesso tempo evidente… Il talent senza ombra di dubbio è il mezzo più veloce per raggiungere la visibilità e penso sia il sogno di tutti i giovani che fanno musica, ma per scelta personale ho deciso di intraprendente la vecchia strada nella speranza che qualcuno si accorga di me, il talent potrebbe essere la mia futura alternativa ma non è l’unico sentiero risolutivo, è uno dei tanti.

Cosa dobbiamo aspettarci da Anthony Calamia nell’immediato futuro? E come ti vedi fra dieci anni?

I progetti futuri sono tanti e li scopriremo tutti assieme poco per volta, momentaneamente sto incidendo delle demo, non appena saranno pronte punterò su un’etichetta discografica, per ora non voglio pensare ad altro, ho avuto la fortuna di conoscere delle persone che mi seguono e mi consigliano quotidianamente, ormai siamo una squadra. Per quanto riguarda i brani sono di genere ElettroPop, Pop, R&B con suoni super innovativi e moderni, avrete modo di ascoltarli tutti a breve… Come mi vedo fra dieci anni? Faccio fatica ad immaginare i miei 20 anni e ne ho solo 19 quindi immagina un pò come sto messo. Spero nell’essere riuscito a condividere la mia musica con più persone possibili e di aver realizzato i miei sogni, auguro a voi di realizzare i vostri. Nell’attesa vi propongo “Una cosa in comune” che è l’inedito che ho presentato in Belgio qualche giorno fa.

 

Seguite Anthony Calamia sui social! Facebook e Instagram (@anthonycalamiaofficial).

Non perdetevi i suoi nuovi lavori su Youtube


Commenta su Facebook!

John Doe

View all posts

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *