Gli U2 hanno deciso di portare il The Joshua Tree Tour 2017 per due date all’Olimpico di Roma, ecco il reportage di questo concerto-evento.

Era il 9 marzo 1987 quando gli U2 lanciarono sul mercato il loro album più di successo “The Joshua Tree” e non so se, se quel giorno, avessero scommesso qualcosa sul fatto che dopo esattamente 30 anni avrebbero portato in giro un tour con il nome dell’album per festeggiare i suoi 30 anni. Invece così è stato e gli U2 hanno portato questo tour celebrativo anche in Italia, a Roma, cantando per ben due date all’Olimpico. Il concerto inizia con una semplice pedana in mezzo al prato, con gli U2 ed i loro strumenti in mano illuminati. Una scenografia molto semplice, probabilmente per far capire che il tutto è iniziato così. Il concerto inizia con pezzi storici come “Sunday Bloody Sunday”, “New Year’s Day”, “Bad” e “Pride(in the name of Love)”. Durante questi pezzi, Bono frontman degli U2, ricorda che Roma ospite le spoglie del poeta John Keats, durante “Bad” cita il celebre pezzo di David Bowie “Heroes”.

Viva Italia #U2TheJoshuaTree2017 #rome

A post shared by U2 Official (@u2) on

Finiti questi pezzi lo stage si illumina con uno schermo gigantesco e comincia la seconda parte del concerto, ovvero quella in cui si canta integralmente il CD degli U2 “The Joshua Tree“. Il gruppo si esibisce con  I still haven’t found what I’m looking forWith or without you , Bullet the blue sky Where the streets have no name, Running to stand still e Red hill mining town. Bono interrompe un attimo l’esibizione ricordando che alcuni di questi pezzi cantati oggi potrebbero avere forse anche più successo di 30 anni fa. La seconda parte si conclude con gli ultimi pezzi del celebre album degli U2 ovvero In God’s country ,Trip through your eyes , One tree hill, Exit e per finire Mother of disappeared.

Grazie Italia… #U2TheJoshuaTree2017 #wheninrome

A post shared by U2 Official (@u2) on

La terza parte è dedicata tutta ai fans con le canzoni più famose del repertorio degli U2. Parte Miss Sarajevo (con la voce di Luciano Pavarotti, che Bono ricorderà anche sul palco) Beautiful dayElevationVertigo, Elevation, Vertigo, Misterious Ways, Ultraviolet, One,Rain e chiudono poi con un inedito che sarà presente nel loro nuovo album dal nome The little things that you leave away. Due concerti perfetti quelli degli U2 all’Olimpico, l’unico problema è stato per alcuni spettatori presenti nelle tribune che hanno lamentato una scarsa qualità del suono. Problemi che hanno reso una serata non del tutto perfetta…ma se come si dice, la perfezione non esiste, beh gli U2 ci si sono avvicinati molto.


Commenta su Facebook!

Federico Fantuzzi

Federico, 25 anni.
Dall'età di 11 anni milito sul web e nel mondo della grafica. Amo la musica in (quasi) ogni sua forma e genere. Ah si, amo anche Emma Watson.

View all posts

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *