Warning: mysqli_num_fields() expects parameter 1 to be mysqli_result, boolean given in /home/www/talkymedia.it/wp-includes/wp-db.php on line 3091
Tiziano Ferro: Emanuele Dabbono in esclusiva su "Il Mestiere della Vita" e sogni

Home » Music » Tiziano Ferro: Emanuele Dabbono in esclusiva su “Il Mestiere della Vita” e sogni futuri

Emanuele Dabbono sta vivendo un periodo magico dopo aver collaborato nuovamente con Tiziano Ferro scrivendo tre brani de “Il Mestiere della Vita”, leggi la nostra intervista esclusiva su questo e tanto altro!

Il grande pubblico lo ricorda ancora per il suo terzo posto nella prima edizione del talent-show X-Factor. Negli ultimi tempi, però, Emanuele Dabbono sta ottenendo un grande successo soprattutto per una lunga e prestigiosa collaborazione con Tiziano Ferro. Dopo lo strepitoso riscontro di “Incanto“, Ferro lo ha fortemente voluto come autore di ben tre brani del suo ultimo cd “Il mestiere della vita”. Per l’occasione, Talky lo ha intervistato in esclusiva.

Emanuele, come stai vivendo i complimenti che ti arrivano da tutta Italia come autore di ben tre brani per Tiziano Ferro?

“E’ un traguardo insperato e magnifico. Sono grato a Tiziano per l’opportunità che mi ha dato e lavoro ogni giorno perché queste siano il capitolo secondo di una lunga storia iniziata con Incanto due anni fa”.

Come hai conosciuto Tiziano Ferro?

“Ci incontrammo 20 anni fa all’Accademia di Sanremo. Poi di nuovo nel 2008, quando io ero in finale alla prima edizione di X Factor e lui scrisse assieme a Roberto Casalino “Non ti scordar mai di me” per Giusy Ferreri. Ricevetti molti complimenti per la mia “Ci troveranno qui” ma passarono altri 5 anni prima che mi firmasse come suo autore”.

emanuele-dabbono-2

Puoi raccontarci come sono nati questi tre testi anche molto diversi tra loro: “Valore assoluto” è destinata a diventare un cult del romanticismo, “Il conforto” fonde due bellissime voci (Quella di Ferro con Carmen Consoli) e lo stesso Tiziano l’ha definita al meeting la sua canzone preferita e “Lento/veloce” sarà il tormentone della prossima estate…

“Sono tre suggestioni diversissime. “Valore assoluto” riprende il discorso esattamente da dove si era fermata “Incanto”. “Il conforto” credo stia riscuotendo molto favore perché tocca corde spesso sepolte nelle conversazioni che abbiamo quando parliamo d’amore. Ci sono molti “non detti” nelle storie quotidiane. Qui si e’ semplicemente cercato di dare voce a quella distanza. “Lento/veloce” ha il pregio della leggerezza senza essere banale. E oggi, quando una canzone riesce a tenerti per mano tre minuti e distrarti dalle tue difficoltà ha già fatto un piccolo miracolo”.

Qual è la differenza tra quando scrivi una canzone per te o il tuo gruppo i “Terrarossa” rispetto a quando scrivi per Tiziano o altri artisti?

“Con i Terrarossa ho toccato spesso temi civili anche perché il genere (rock) mi ha portato a raccontare storie fuori dall’ordinario radiofonico. Penso a “Disertore”, “Revolver”, “Mostar” o “Ho ucciso Caino”. Eppure anche nei miei dischi spesso e’ uscita un’amica delicata, più pop, a scandagliare l’anima senza per questo banalizzarla, che ha visto il suo culmine in canzoni come “L’attesa”, “Certe piccole luci” o “Alla fine””.

emanuele-dabbono-3

Ti piacerebbe cantare una di queste canzoni in un duetto magari durante un tour negli Stadi?

“Tiziano non ha bisogno di nessuno, ha un tale carisma vocale che a cantargli a fianco si rischia di restare a bocca aperta quando tocca a te. Piuttosto, se un domani mi chiedessi di esprimere un sogno, sarebbe bello aprire un suo concerto chitarra e voce”.

Soddisfazione più grande è stata arrivare terzo cantando un tuo brano a X Factor oppure ricevere un doppio disco di Platino grazie a Incanto?

“Indubbiamente la seconda. Forse il momento più bello, però, è stato ancora un altro:
lo scorso tour ero a San Siro a vedere Tiziano. Uscito ,mi sono avvicinato a una folla in cerchio. Un ragazzo in ginocchio stava chiedendo alla sua fidanzata di sposarlo. La gente cominciò istintivamente a cantare tutti in coro Incanto. Sono scappato perché avevo le lacrime agli occhi dall’emozione”.

emanuele-dabbono Tiziano ferro

Hai preso parte al tour negli Stati Uniti, com’è stato partecipare a quel progetto suonando in nove Stati?

“Un sogno irripetibile. Una palestra di vita. Ho imparato tantissimo e ne sono tornato cambiato nel profondo. Io New York non l’avevo mai vista, nemmeno da turista, figurati per andarci a suonare. Stupendo in ogni suo secondo. Ho festeggiato il mio compleanno suonando e all’alba a Central park ho girato un video a Strawberry Fields, nel punto esatto in cui spararono a John Lennon”.

Ad agosto sappiamo che hai duettato con una grande cantautrice come Paola Turci, con chi ti piacerebbe collaborare in futuro?

“Niccolò Fabi, che ammiro dagli esordi (diteglielo) e Ryan Adams”.

I tuoi prossimi progetti?

“Scrivere, scrivere e ancora scrivere. Imparare dalle mie figlie stupore nuovo. Fare un viaggio in Islanda. Registrare un nuovo album acustico. Finire i libri che ho sul comodino”.

Segui su Facebook le pagine Tiziano Ferro “Con Lui Nessuno è Solo”, Tiziano Ferro Il Poeta, Tiziano Ferro Family Fans e Maciseituamore.


Commenta su Facebook!

Thomas Cardinali

Giornalista pubblicista appassionato di cinema, serie tv e sport. Dopo aver gestito un blog e aver collaborato con testate nazionali (Romanews.eu, Blogdicultura, FilmUp) ed internazionali (melty.it) ho deciso di dedicarmi al nuovo progetto di Talky per un network indirizzato al pubblico under 30.

View all posts