Pazzesco, ecco quanto vale questo gettone telefonico. FOTO

    25
    gettone telefonico

    Il gettone telefonico sta diventando rapidamente un oggetto da collezione. Il collezionismo dei gettoni è nato come una nicchia di mercato del collezionismo numismatico. Purtroppo, a differenza di quest’ultimo, non esistono indici di riferimento per il valore e la tiratura esatta dei pezzi. Questo comporta un po’ di rischio quando si parla di investimenti nel settore, perché il valore viene di fatto definito dalle aste private e dalle loro conclusioni.

    Tuttavia possedere qualche gettone telefonico raro può significare essere in possesso di una piccola fortuna. Il valore di questi piccoli oggetti può impennarsi nel giro di poco tempo. È curioso come queste piccole monetine, ritenute una specie di “salvavita” solo 50 anni fa, siano poi rapidamente scomparse nell’oblio della tecnologia che ha travolto tutto e tutti.

    Il gettone telefonico che vale di più: ecco qual è

    Entrare nel mondo dei gettoni telefonici può voler dire, soprattutto per chi ha qualche anno in più, immergersi in un mondo di ricordi. Sono stati infatti veri e propri oggetti-simbolo delle estati di tante generazioni, perché utilizzati per mettersi in contatto con amici e familiari dai telefoni pubblici nei momenti di vacanza. Tutti questi gettoni, immessi in circolazione tra gli anni ’50 e gli anni ’90, hanno però un valore molto limitato. Quasi tutti valgono 1 Euro o poco più, con alcuni di essi che possono arrivare a valere forse qualche decina di Euro.

    Il gettone telefonico dal maggior valore è invece il gettone telefonico STIPEL del 1927. Si tratta di un vero e proprio prototipo. Coniato in quell’anno dalla Società Telefonica Interregionale di Piemonte e Lombardia, poteva esser utilizzato solo all’interno della Fiera Campionaria di Milano, per utilizzare gli apparecchi telefonici appositamente installati. Parliamo quindi di un gettone telefonico che ha quasi un secolo di vita!

    Gettone STIPEL 1927: caratteristiche e valore

    Il gettone telefonico STIPEL 1927 fu realizzato in lega di alpacca o di bronzo. Presenta tre scanalature. Su un lato, al centro delle prime due, l’incisione di una cornetta degli apparecchi telefonici del 1927 e la sigla della casa produttrice con l’anno di conio. Sull’altro il nome per esteso della società separato dalla terza scanalatura.

    Il valore del gettone oscilla stabilmente tra i 65 e gli 85 Euro al pezzo. Tuttavia alcuni esemplari sono stati venduti di recente per cifre vicine o di poco superiori ai 100 Euro. Come per le monete, errori di conio o particolari rarità possono far decuplicare il valore dell’oggetto. Attenzione, però: molto spesso chi vende online millanta caratteristiche uniche che vanno verificate con l’aiuto di un esperto numismatico del settore.

     

    gettone telefonico