Questi 2 euro con l’aquila valgono una fortuna: ecco quali sono

50
2 euro 2002

Quali sono i 2 Euro con l’aquila che valgono una fortuna? La moneta è chiaramente quella da 2 Euro coniata dalla Germania, dal 2002 ad oggi, come moneta corrente e comune per questo taglio del conio della moneta unica europea. Come in tutti i casi, esistono delle versioni di questa moneta più rare delle altre. E alcuni esemplari potrebbero raggiungere valori elevati.

È comunque complicato identificarli ed esserne certi. Sono tante le aste su Ebay dove si vendono queste monete a prezzi esorbitanti. Alcune vengono presentate come “errori di conio”, una caratteristica che può decuplicare il valore della moneta. Tuttavia questi errori di conio andrebbero verificati sempre dal vivo, e spesso le monete vendute su Ebay sono circolate, cosa che dovrebbe ridurne il valore. Scopriamo meglio la moneta da 2 Euro con l’Aquila e quali esemplari valgono una fortuna.

2 euro con l’aquila: com’è la moneta?

La moneta è abbastanza conosciuta, ma in ogni caso la descriviamo con minuzia di particolari, per farvi distinguere sue caratteristiche comuni da reali errori di conio. Il valore nominale e i confini dell’Unione Europea figurano sul dritto, come di regola per tutte le monete dell’Euro, sia quelle regolari che quelle commemorative. Sul verso invece un’Aquila occupa quasi interamente il cerchio centrale in lega bronzea. L’aquila è il simbolo della repubblica federale tedesca, che ritorna nelle monete così come in tanti altri simboli della nazione tedesca. Sotto di essa figurano al centro l’anno di conio e, sotto la zampa sulla destra il monogramma della zecca produttrice.

A differenza di quanto accade nella grandissima maggioranza delle altre nazioni, in Germania il conio delle monete è affidato a ben cinque zecche differenti, e non ad una unica come in Italia, ad esempio. Le cinque zecche produttrici hanno ognuna un monogramma di riferimento rappresentato dalle lettere A, D, F, G, e J che richiamano rispettivamente quelle situate nelle città di Berlino, Monaco, Stoccarda, Karlsruhe e Amburgo. Un particolare che amplia le possibilità di collezionismo.

Ecco quali 2 euro con l’aquila valgono una fortuna

Trovare una moneta da 2 euro con l’aquila che sia davvero rara è di fatto un’impresa. Tutte le monete prodotte tra il 2002 e il 2004 e tra il 2008 e il 2019 hanno infatti valore uguale a quello nominale. Una di queste monete di valore superiore alle altre è certamente quella prodotta nel 2006 dalla zecca di Karlsruhe (G) e destinata solo ai circuiti del collezionismo – e quindi distribuita solo in rotolini e cofanetti Proof – prodotta in 165mila pezzi. Gli altri anni in cui la Germania ha prodotto 2 euro per il solo collezionismo sono il 2004, il 2005, il 2006 e il 2022.

Una moneta saltata fuori da una delle tante aste Ebay e che sembra davvero rara è una moneta da 2 Euro con l’aquila prodotta nel 2002 e che non presenta alcun monogramma delle cinque zecche produttrici. La lettera sotto la zampa destra dell’aquila è totalmente assente. Si tratterebbe di un errore di conio abbastanza clamoroso, per il quale il possessore chiede l’astronomica cifra di €19.500.

Quest’ultimo di dichiara “venditore non professionista” e attribuisce alla moneta il grado R5 dell’indice di rarità internazionale. Sarebbe quindi pressoché unica. Il problema con le aste online è che gli oggetti vengono venduti con la formula del “visto e piaciuto”, e la sicurezza che non si tratti di una contraffazione semplicemente non si può avere.

2 euro 2002