Incredibile, aumenta il prezzo del pedaggio in autostrada: ecco dove

Il concetto di pedaggio autostradale prevede il ben conosciuto costo della tariffa che viene calcolato in base alla tratta ed al mezzo di locomozione in uso, solitamente viene associato ad un onere poco “gradito” da parte della cittadinanza, anche a causa di un costante aumento del prezzo del “pedaggio”.

Incredibile, aumenta il prezzo del pedaggio in autostrada: ecco dove

Il prezzo del pedaggio infatti è stato calcolato in una forma di aumento progressivo fino al 2018: l’anno precedente infatti era stato l’ultimo in cui lo stato, per ordini del governo in carica, in base all’inflazione attuale, concepito un aumento anno per anno, ma che per gli effetti di alcuni provvedimenti che hanno riguardato Autostrade per l’Italia, questa procedura è stata congelata da qualche tempo. Anche nel 2022 non c’è stato alcun rincaro sui costi del pedaggio per il 98 percento degli oltre 6mila chilometri di rete autostradale a pedaggio. L’unico adeguamento riguardò la tratta A21 Piacenza-Brescia gestita da Autovia Padana (gruppo Gavio): +5,45 per cento.

Le cose tuttavia potrebbero cambiare a seguito del documento di fine anno del governo che come confermato anche dall’AD di AutoStrade per l’Italia che ha richiesto ufficialmente un rincaro di almeno l’1,5 % generalizzato sui pedaggi.

Se nessun incremento è stato concepito per tratte come confermato sulle Autostrade A24/A25 Roma-L’Aquila Teramo e Diramazione Torano Pescara, così come gli aumenti nella stragrande maggioranza delle società autostradali italiane, 50% delle arterie senza incrementi, aggiornamenti delle tariffe graduali e con tagli rispetto alle previsioni, tuttavia i  pedaggi sulle arterie di competenza di Autostrade per l’Italia dal primo gennaio aumenteranno del 2%, con aggiunta di un altro 1,34% solo dal primo luglio 2023, anche se i dettagli specifici saranno presenti e conosciuti nelle prossime ore, con qualche forma di nota ufficiale da parte del governo.

Sicuramente si tratta di una tematica mai “dimenticata” dagli italiani, che viste le condizioni di crisi, difficilmente saranno felici dei rincari.

pedaggio