“Le banconote dell’euro scompariranno”: ecco la rivelazione shock

L’euro ha iniziato a far parte delle nostre vite esattamente 20 anni, anche se la “conversione” tra vecchia e nuova valuta è iniziata in realtà diversi anni prima dal punto di vista finanziario, così come la coniatura delle nuove monete e la stampa delle nuove banconote. Anche il denaro, pur facendo parte di una valuta recente come l’euro, è destinato a mutare e cambiare di continuo, proprio per adattarsi ai vari contesti.

Ricambio di carta moneta

Le banconote oramai costituiscono la principale forma di denaro liquido, e al netto della loro “evoluzione” tecnologica, che hanno reso la carta moneta molto più difficile da “falsificare” rispetto al passato, gode di un problema concettuale, slegato dalle singole valute: il denaro liquido tutto infatti è estremamente “volatile” dal punto di vista fiscale ed è difficile da tracciare dal punto di vista delle transazioni. Non a caso, resta il “mezzo” preferito per “nascondere” i movimenti di denaro, che infatti sono sempre più diffusi e diversificati attraverso la moneta elettronica.

“Le banconote dell’euro scompariranno”: ecco la rivelazione shock

Anche se il “ricambio” di banconote è sempre costante da anni la Banca Centrale Europea ha iniziato a cambiare qualcosa sopratutto in relazione dei tagli di banconote più importanti, spesso utilizzati dalle organizzazioni criminali per “celare” movimenti illeciti. Non è un caso infatti che il formato da 500 euro risulti non essere più stampato da diversi anni, e molto presto anche il taglio da 200 euro potrebbe avere la medesima sorte.

Dal 2024 infatti inizierà l’iter per la produzione di una terza serie di banconote comunitarie, attraverso un processo piuttosto lungo, che porterà le attuali banconote ad essere sostituite nel corso del decennio. E’ ancora presto per definire “l’addio” generico delle banconote che sicuramente fa parte dei piani da parte dei governi occidentali ma non sarà palesato ne effettuabile nel breve periodo.

banconote euro €20