Pensioni più ricche a Luglio: ecco a chi spetta. “Pazzesco”

    30
    pensioni luglio 2022 pensione 63 anni

    Ci saranno delle pensioni più ricche durante il mese di luglio. La buona notizia non riguarda tutti ma sicuramente tocca almeno diversi milioni di cittadini. Sono infatti in arrivo – ripetiamo, per le persone cui spetta – un bonus da 200 Euro e la quattordicesima. L’unione di queste due cose potrebbe significare l’arrivo di un maxi-assegno che arrivi anche a 700 euro più di quello consueto.

    I benefici sono soggetti a limitazioni, legate principalmente al reddito, ma non solo. Ricordiamo contestualmente che dalla fine dello stato di emergenza per il Covid19, è terminata l’erogazione anticipata presso gli sportelli di Poste Italiane con l’emissione in anticipo in ordine alfabetico, con quest’ultimo che resta ma con la cronologia dal 1 al 7 luglio. Chi riceve la pensione sul proprio conto corrente troverà la somma invece a partire già da oggi 1 Luglio.

    Bonus da 200 euro per le pensioni di Luglio

    Le pensioni di luglio vedranno erogare un bonus da 200 euro ad una vastissima platea di pensionati. Parliamo di circa 13,7 milioni di titolari di trattamenti previdenziali con reddito annuo non superiore a 35mila euro lordi percepiti nel 2022. E questo significa anche un’altra cosa: il bonus viene erogato “salvo buon fine” e cioè potrà essere ritirato e recuperato se verrà accertata l’erogazione indebita attraverso la verifica della dichiarazione dei redditi.

    L’erogazione avverrà in base ai dati fiscali in possesso dell’Inps al 2020, perché le dichiarazioni 2021 non sono ancora in piena disponibilità. L’erogazione dovrebbe ammontare a circa il 40% dei 6 miliardi e mezzo di bonus stanziati in totale dal governo, il restante andrà invece ai lavoratori. Non è necessario presentare richiesta, l’erogazione avverrà in via automatica.

    Quattordicesima in pensione: questi i limiti

    La quattordicesima che viene erogata a luglio insieme alla pensione, e che potrebbe rendere davvero “maxi” l’assegno di questo mese, è tuttavia limitata da due restrizioni, una delle quali particolarmente stringente. Viene infatti erogata a chi ha almeno 64 anni di età, e a chi percepisce un reddito personale annuo complessivo uguale o inferiore a due volte l’importo del trattamento minimo di pensione.

    La quattordicesima non spetta, inoltre, a coloro che sono titolari di pensione di invalidità civile o di assegno sociale, alle rendite Inail e a chi percepisce pensioni di guerra. Spetta, invece, ai pensionati ricadenti nelle categorie descritte e del settore privato, autonomi, ex lavoratori del settore dello sport e dello spettacolo professionistico e del comparto pubblico.

    Premesso quanto esplicato, la somma della quattordicesima presente nell’assegno di luglio varia in base agli anni di contributi versati e alla pensione minima che si percepisce. Sarà di una somma oscillante tra 437 e 655 euro per coloro che su base annua percepiscono fino a 10.244,91 euro lordi tra 336 e 504 euro per chi è tra la cifra precedente e quella di 13.659,88 euro lordi l’anno.

    pensioni luglio 2022 pensione 63 anni