Quanto valgono le 1000 lire con la Montessori? “Da non credere”

    51
    1000 lire con la Maria Montessori

    Quanto valgono le 1000 lire con la Montessori? La banconota forse più diffusa negli ultimi anni di produzione delle vecchie lire è al centro dell’attenzione di diversi collezionisti di banconote, monete ed oggetti vintage. Di uso comunissimo, i suoi colori e le sue immagini hanno accompagnato per molti anni soprattutto chi è nato da metà degli anni ’80 in avanti, perché per un po’ di tempo hanno rappresentato un piccolo regalo fatto da genitori e nonni per acquistare un gelato o delle caramelle.

    La 1000 Lire con la Montessori venne prodotta e immessa in circolazione dal 1990 al 1998, quando la produzione delle Lire venne ufficialmente fermata per l’ufficializzazione del passaggio all’Euro, che sarebbe arrivato tra il 2001 e il 2002. Se qualche 1000 Lire è rimasta nei cassetti, sopravvivendo al ritiro ufficiale, potrebbe essere il caso di tirarla fuori. Nel nostro articolo parleremo del valore di questa banconota oggi nel mondo del collezionismo.

    1000 lire con la Montessori: la banconota

    La 1000 Lire con la Montessori è sicuramente una delle banconote più facilmente identificabile della nostra storia recente. Piuttosto contenuta nelle dimensioni, la sua caratteristica era di essere particolarmente colorata, con una tendenza al rosa, ma con sfumature di azzurro, viola e verde.

    Il volto di Maria Montessori, storica pedagogista ed educatrice italiana, ed inventrice di un metodo di apprendimento da lei ideato e che porta il suo nome, si trova a destra, sul dritto della banconota. Accanto al suo volto una componente in filigrana che riproduce proprio il ritratto.

    Dal lato opposto si trovano le firme dei governatori e del cassiere della Banca d’Italia. Il valore nominale della banconota (1000 Lire) è posto in alto su questo verso, riprodotto in numeri e in lettere. Al centro della banconota il disegno geometrico multicolore che la contraddistingue. Il numero di serie è posto in basso, su entrambi i lati.

    L’altro lato della banconota si contraddistingue per la presenza del dettaglio del dipinto ‘Bambini allo studio’ di Armando Spadini. Vi si trovano una ragazza e un bimbo alle prese con i compiti per casa.

    1000 Lire con la Montessori: quanto valgono?

    Come avviene anche per le monete, anche per le banconote il numero di esemplari prodotto e immesso in circolazione è molto importante per determinarne il valore. La tiratura delle 1000 Lire con la Montessori fu davvero imponente. Ogni serie ordinaria degli anni ’90 vide immessi in circolazione almeno 360 milioni di esemplari.

    Queste banconote prodotte in grande numero valgono poco: da centesimi fino a 2 Euro per esemplari in fior di stampa. Le 1000 Lire con la Montessori che abbiano un certo valore devono quindi avere qualche segno particolare e che le contraddistingua inequivocabilmente dalle altre. Queste particolarità sono da ricercare principalmente nei numeri di serie.

    Le serie che presentano un indice di rarità rilevante sono quelle sostitutive. Si tratta di serie prodotte nel 1993 (due serie, una a febbraio e l’altra a Novembre), nel 1995 e nel 1996 per andare a sostituire le banconote che per eccessiva usura, difetti, lacerazioni (era molto comune si rompessero a metà, ndr) venivano gradualmente ritirate dalla circolazione. Le serie sostitutive sono identificabili dal numero di serie iniziante sempre con la lettera X. Una 1000 Lire con la Montessori appartenente ad una delle serie sostitutive (XA000001A, XA600000A, XB000001A, XB450000A, XC000001A, XC300000A, XD000001A, XD300000A) ed in perfetto stato di conservazione, può fruttarvi fino a 200 Euro circa.

    1000 lire con la Montessori