Se hai le 10 lire con la spiga potresti diventare ricco: ecco il valore

La memoria ed il ricordo della lira è ancora decisamente fulgida  nella mente degli italiani, e non può essere altrimenti in quanto il vecchio conio riesce ad avere un “potere nostalgico” rilevante, ma anche uno legato alla curiosità dei più giovani o di chiunque altro non ha avuto la possibilità di utilizzare attivamente la lira. La valuta in questione, sostituita dall’euro nel 2002, come per la maggior parte delle omologhe europee, rappresenta anche un importante e spesso inatteso modo per guadagnare qualcosa, in quanto molti esemplari sono estremamente ricercati sul mercato. Emissioni rare ma anche estremamente comuni come la 10 lire con la spiga, possono dare soddisfazioni.

Se hai le 10 lire con la spiga potresti diventare ricco: ecco il valore

Molto comune e diffusa per tutta la seconda metà del 20° secolo, la 10 lire con la Spiga è effettivamente l’ultima emissione di tale valore coniata dalla Repubblica Italiana. Coniata in Italma, una lega di alluminio dal 1951 al 2000 (con una “pausa” dal 1956 al 1965) in quasi 2 miliardi di esemplari, è ancora oggi non così difficile da trovare, anche se già a partire dagli anni 90 è stata utilizzata sempre meno, a causa dell’inflazione della lira, che ha portato ad una sensibile perdita di potere d’acquisto.

La spiga che da il nome all’emissione è in realtà composta da due spighe, posizionate sul dritto della moneta, ossia sul lato “principale”, mentre in basso è presente la firma dell’incisore Romagnoli. L’altro lato è dominato da un aratro, altro simbolo agricolo, dalla dicitura della Repubblica e dall’anno di coniatura.

Tutte le 10 lire coniate negli anni 50 in eccellente stato possono valere da 15 a 30-40 euro, ma le più ricercate sono indiscutibilmente quelle coniate nel 1954, che possono valere anche più di 100 euro, a patto che la moneta si trovi in condizioni Fior di Conio, ossia stato paragonabile al nuovo.

Interessanti anche gli esemplari del 1991 che recano il “verso”, ossia il lato col timone, capovolto. Queste possono valere fino a 90 euro.

10 lire con la spiga