PayPal, attenzione alle truffe: ecco come rimediare

Il web ha indiscutibilmente cambiato radicalmente molte delle nostre abitudini, che fino a poche decadi fa sembravano inscalfibili, come effettuare ordini, acquistare giornali e molte altre operazioni, che oggi quasi tutte passano attraverso uno o due dispositivi, che fanno ricorso ad internet. Quasi inevitabilmente quindi servizi come Paypal, che si “Interessano” proprio del denaro in questo nuovo contesto tecnologico, hanno avuto e continuano ad avere un ruolo estremamente importante, ma che devono fare i conti con un numero importante di truffe.

PayPal, attenzione alle truffe: ecco come rimediare

Il ruolo principale di Paypal è quello di “intermediario” finanziario tra le transazioni tra più parti, oltre ad offrire servizi paragonabili a quelli di un conto vero e proprio. E’ possibile infatti ricaricare vari prodotti e pagare su un enorme quantità di negozi e portali online, anche “attraverso” una carta prepagata, oppure con quella proprietaria di Paypal. Ciò che rende famoso Paypal è una continua ricerca verso l’efficienza e una grande attenzione verso la sicurezza, nomea che permane anche quando si effettuano acquisti online in quanto Paypal offre una sorta di rimborso totale in caso di problemi legati all’acquisto di beni e servizi.

Proprio perchè è così diffuso ed affidabile, molte truffe hanno iniziato a “rubare” il nome di Paypal per essere credibili e quasi tutte operano con la tecnica del Phishing o della variante SMS, denominata Smishing, ossia una forma di messaggi e notifiche fasulle che hanno il preciso scopo di “fingersi” un’azienda importante per rubare i dati personali.

Quasi tutte hanno un tono “allarmistico”, ad esempio legato a fantomatici problemi sul conto Paypal, oppure possono contenere finte vincite di premi o denaro, mentre sussiste la truffa del pagamento anticipato, e quella basata sulla creazione di finti enti di beneficenza. Tutti questi messaggi in realtà non sono mandati da Paypal ma creati ad arte così da invitare le vittime ad aprire i messaggi ed i link all’interno, permettendo ai malintenzionati di avere accesso ai nostri dati.

In generale qualsiasi comunicazione “vera” viene fatta recapitare attraverso l’app ufficiale ed esclusivamente su sito Paypal. Per qualsiasi dubbio o possibile intromissione sul nostro conto, è consigliabile rivolgersi direttamente all’azienda, attraverso i vari contatti messi a disposizione.

PayPal truffe