Incredibile, ecco il nuovo bonus INPS: se hai questa età ricevi 500 euro

63
bonus Bonus casa Bonus edilizi affitti ristrutturazione

Il nuovo bonus INPS di 500 euro non è destinato a tutti ma solo ad alcune categorie di persone che rientrano in determinati parametri. In particolare, il Governo vuole proteggere le fasce più deboli e quelle soggette a minor disponibilità economica. Per questo ha stanziato tre tipi di bonus per i giovani, le casalinghe e per i nuovi nati.

In realtà i nuovi bonus INPS non sono esattamente così categorici in quanto bisogna rientrare in determinate fasce per poter accedere ai contributi. È quindi esonerata la maggior parte della popolazione, la quale non può accedere a nessun altro tipo di contributo a favore. E all’orizzonte non si prospettano altri aggiornamenti se non all’installazione del nuovo e prossimo Governo.

Nuovo bonus INPS giovani

Anche quest’anno, come gli anni scorsi, i neo maggiorenni (i nati nel 2003) possono richiedere il bonus cultura da 500 euro. Il contributo è destinato a essere utilizzato in settori specifici. È di tipo nominativo e quindi non può essere ceduto a terzi. Mira a sostenere le spese extra degli studenti affinché possano usufruire delle proposte artistiche e culturali.

Pertanto, un giovane diciottenne con il bonus cultura può entrare per un anno a titolo gratuito nei teatri, nei musei, al cinema o partecipare ad alcuni eventi culturali in calendario nell’anno di emissione del contributo. A questo si affianca la possibilità di spendere i soldi nell’acquisto di corsi di lingua, musica o danza e per ottenere i libri di testo e gli abbonamenti ai quotidiani nazionali.

Il contributo di 500 pensato per le casalinghe e il bonus figli 2022

bonus Bonus edilizi affitti ristrutturazione

Più che un bonus si tratta di un assegno sociale pensato per aiutare le fasce più deboli. L’idea di fondo è sostenere le persone nel pagamento delle bollette e acquistare i beni di prima necessità. Perciò, l’assegno non è propriamente dedicato alle casalinghe ma a tutte le persone che presentano delle condizioni economiche e dei redditi disagiati che non permettono il mantenimento di uno stato civile decente.

Possono richiedere il bonus casalinghe di 500 euro tutti i cittadini italiani, comunitari ed extra-comunitari che vivono in Italia e non supera la soglia di reddito di 6.085,30 euro all’anno, oppure 12.170,60 euro all’anno se coniugato. In pratica, l’assegno non corrisponde esattamente ai 500 euro ma a 468,10 euro per 13 mensilità.

Per i bambini nati o adottati nel 2021 c’è la possibilità di richiedere il bonus figli chiamato anche bonus cicogna 2022. Si tratta di un contributo una tantum di 500 euro destinata a una ristretta fascia di candidati. Infatti, tale contributo non è per tutti ma solo per chi rientra in queste categorie:

  • lavoratori di Poste Italiane, solo se iscritti alla gestione postelegrafonici e sottoposti alla trattenuta mensile dello 0,40%;
  • pensionati o ex dipendenti del gruppo Poste Italiane.

La domanda va fatta in via telematica entro e non oltre il 31 ottobre 2022. Bisogna essere in possesso dello SPID e inserire i propri dati personali nonché le carte ufficiali che certificano la avvenuta adozione in caso di figli adottati. Basta consultare il sito ufficiale per avere tutte le informazioni in merito per valutare i criteri e le possibili disponibilità.