Il valore dell’oro è sceso tantissimo: ecco il dato odierno

L’oro è un metallo prezioso estremamente importante con un enorme valore commerciale. Oggi l’oro è anche un bene trasferibile, un bene rifugio perché riesce sempre a mantenere un certo valore contro picchi di calo molto forti. L’oro è sempre considerato il miglior asset nel tuo portafoglio, specialmente durante i periodi di alta inflazione. Tuttavia, è un prodotto senza reddito, senza un enorme aumento di capitale, ma comunque abbastanza sicuro.

Ci sono una serie di ragioni che spingono a investire in oro: Primo è la sua natura (è una merce resistente, indistruttibile, è un porto sicuro dalle contingenze politiche ed economiche del paese, non si deprezza mai). Tuttavia, come ogni altro asset, anche l’oro risente del prezzo, che può variare nel tempo e in relazione a vari fattori. Pertanto, se hai questo prodotto nel tuo portafoglio, è importante capire quando e perché l’oro sale e scende, quindi provare a prevedere le tendenze del mercato per sapere quando vendere e quando acquistare.

Il prezzo ufficiale dell’oro è fissato dal tavolo della Bullion Market Association con sede a Londra due volte al giorno. Tutti gli esempi sono oro puro 24 carati e sono il punto di riferimento per tutte le transazioni di mercato che coinvolgono l’oro. Capire cosa determina il prezzo di questo prezioso bene è fondamentale per comprendere tutti gli aspetti dell’oro: quando il suo valore sale, quando scende e per gestire al meglio i tuoi investimenti.

Prezzo dell’oro: i fattori che influenzano la quotazione dell’oro

In primo luogo, l’oro esiste sul mercato come bene rifugio. Pertanto, può mantenere un valore stabile buono e cattivo anche in caso di drastici cambiamenti a livello politico, sociale ed economico. In questi casi, il valore dell’oro tende a salire.
Il valore dell’oro segue anche una serie di fattori “interni” al mercato, in primis l’andamento del prezzo del dollaro USA; infatti, a livello di borsa, l’oro è scambiato in dollari USA (non a caso, quando si parla di prezzo dell’oro per oncia in dollari USA).

Quindi, supponendo che il dollaro si apprezzi (quindi ci vogliono meno soldi per comprare un’oncia d’oro), il prezzo scenderà e viceversa.
Non è un caso che l’oro e il suo prezzo siano strettamente legati al mercato azionario statunitense e all’economia statunitense. Quindi possiamo sostenere che per capire esattamente quando l’oro sta salendo, questo accade quando il dollaro sta scendendo.

Per valutare i fattori che influenzano il prezzo dell’oro, bisogna anche prestare attenzione all’andamento del petrolio, un altro asset che tende ad aumentare di valore durante le turbolenze socio-politiche. Quindi, qui, ad un aumento del prezzo del petrolio corrisponde una diminuzione del valore del dollaro; come dicevamo, quest’ultimo caso è associato ad un aumento del prezzo delle merci denominate in dollari, di cui abbiamo anche l’oro. Quindi, in generale, un aumento del prezzo del petrolio corrisponde a un aumento del valore dell’oro.

Non dobbiamo dimenticare che anche la speculazione gioca un ruolo nella gestione del valore dell’oro sul mercato, quindi spiega perché si apprezza e si deprezza. Le operazioni speculative che hanno portato alla massiccia vendita di oro hanno indotto altri fondi a vendere il prodotto, il che a sua volta ha fatto scendere il prezzo dell’oro. Chiaramente, questo è il momento di comprare.
Il momento migliore per vendere oro non può essere determinato in anticipo.

Leggere e comprendere il mercato è essenziale, ma non puoi controllare il mercato. Bisogna sempre prestare attenzione alle opportunità favorevoli, e la previsione dell’andamento del valore dell’oro è incerta e complicata. Non sappiamo quanto vale l’oro in un mese o in un anno; se vedi prezzi alti, vendi, e se li vedi bassi, compra.